martedì 18 dicembre 2012

Suggerimenti

¡Hola!

In questi ultimi giorni sono stata super assorbita dai lavori di Natale e non ho potuto scrivere niente...inoltre, prima del 25 di Dicembre non voglio svelare ciò che sto facendo, altrimenti addio sorpresa =)

Quiiindi, nel frattempo vi consiglio un paio di links:

    Buone Feste!!

    domenica 2 dicembre 2012

    Collare...renna...campanelli...Natale!




    Sapete già che decorazioni appendere in casa per Natale? Se vi resta libera una colonna o una maniglia, questo tutorial per fare un collare (di renna) con campanelli è esattamente quello che vi serve ;)

    Materiali:
    - 6 campanelli piuttosto grandini.
    - 1 cintura rossa (la mia è alta 3,8 cm).
    - 108 cm di nastro rosso (ne ho usato uno alto 6 mm).
    - 30 cm di nastro rosso più alto, per il fiocco grande (il mio è alto 2,5 cm).
    - 15 cm di nastro o cordoncino dorato, per il laccio grande.
    - Cordoncino dorato fino.
    - Attaccatutto.

    Procedimento:
    Tagliare la parte inferiore della cintura affinché il collare misuri 60 cm (senza contare la fibia). Poi, legare ad ogni campanello un pezzo di nastrino di 18 cm, formare un fiocchetto e chiuderlo con cordoncino dorato fino; tagliare il cordoncino in eccesso.

    Matita e righello alla mano: misurare 12 cm dalla punta inferiore della cintura e segnare un puntino con la matita, al centro.
    Dal puntino, misurare 7 cm e segnarne un altro. Ripetere quest'ultimo passo altre 4 volte e saprete dove collocare i campanelli.
    Prenderne uno, mettere una goccia di colla sulla parte posteriore del fiocchetto e attaccarlo in corrispondenza del primo punto. Ripetere con gli altri campanelli.

    Per finire, decorare la fibbia con un fiocco rosso, chiuso con nastro o cordoncino dorato, e attaccato alla fibbia con attaccatutto.

    Bene...e adesso dove appendiamo il collare...io non so ancora decidermi tra la parete e la porta, como potrete notare...consigli???


    Nota: ¡in questo caso, la colla a caldo non funziona molto bene! Quindi occorre aver pazienza, usare l'attaccatutto e aspettare un po' prima di appendere il collare, per evitare che i campanelli rotolino via al minimo movimento!

    Ciao!

    Speciale lecca-lecca II



    Ciao,

    Benvenuti allo speciale lecca-lecca II. Oggi voglio proporvi un antipasto molto facile e divertente.
    Una mia amica mi ha insegnato a fare le spirali di pasta sfoglia qualche anno fa (grazie Tina!!!). Grazie a lei e all'ispiratrice ricetta del mio amico (speciale lecca-lecca I), le spirali si sono evolute e si sono convertite in lecca-lecca.


    Ingredienti per i lecca-lecca:
    1 disco di pasta sfoglia
    80-90 g di prosciutto cotto
    100 g circa di formaggio semi stagionato (tipo provolone dolce), tagliato in fette sottili
    Sale, pepe

    Procedimento:
    Scaldare il forno a 170º C. Stendere la pasta sfoglia su di un foglio di carta forno. Distribuire sopra il prosciutto e poi il formaggio (non è necessario coprire ogni millimetro di superficie, ma gli ingredienti devono essere distribuiti abbastanza uniformemente); spolverare con sale e pepe. Arrotolare la pasta, stringendo bene e tagliare il cilindro ottenuto in rotelle larghe un dito circa.
    Inserire uno spiedino in ogni rotella, facendo attenzione a non fuoriuscire con la punta all'altro estremo; collocare i lecca-lecca sulla placca del forno. Cuocere 8-10 minuti, finché non diventano doratini.

    Varianti: se non vi piace il prosciutto cotto, ci sono mille varianti possibili: zucchine e formaggio, pesto e pinoli, speck, paté di acciughe, paté di olive, ... o quello che vi suggerisca la fantasia!

    Uff, inizio ad aver fame...


    martedì 27 novembre 2012

    Speciale lecca-lecca I

    Ciao a tutti,

    Questo post sarà un po' diverso dagli altri, come se fosse una puntata speciale di una serie...=) Effettivamente, conta con la collaborazione di un amico a cui piace la cucina buona e divertente; vi presento i suoi lecca-lecca di formaggio...meraviglia!!




    Ingredienti:
    Un formaggio o più d'uno, tipo parmigiano (non devono essere morbidi)
    Opzionale: frutta secca (arachidi, pistacchi, semi di girasole, etc.)


    Procedimento:
    Scaldare il forno a 170º C. Grattugiare il formaggio e, se usate frutta secca, schiacciarla un po' in un mortaio.

    Preparare la placca dotata di carta forno e distribuire un pochino di formaggio (e frutta secca) dove volete che si formi il lecca-lecca.

    Collocare degli spiedini in corrispondenza del formaggio e coprire con un altro po' di parmigiano (e frutta secca), dando, con le dita, una forma più o meno circolare.

    Mettere in forno 3 minuti, fino a doratura. Facile, rapido, carino e buono!


    ...Non finisce qui...presto sui nostri monitor lo speciale lecca-lecca II...

    domenica 25 novembre 2012

    Vassoio personalizzato






    Ciao a tutti,

    Oggi vi propongo un lavoro facile e abbastanza rapido da fare: un vassoio personalizzato, per servire tè, caffè, o quello che vi pare.

    Materiali necessari:
    - Un vassoio di legno naturale.
    - Carta da scrapbooking o decoupage.
    - Mod Podge, o colla per decoupage + vernice trasparente.
    - Colori acrilici.
    - Un paio di pennelli.

    Procedimento:
    Una volta che avete deciso quale carta userete, scegliere un colore acrilico che vi si combini bene.
    Dipingere il vassoio con il colore scelto.
    Se la vostra carta è scura (come la mia, per esempio), si può evitare di dipingere la base del vassoio ma, come minimo, dipingere 1 cm per ogni lato, perché quando si metta la carta, non si notino punti "al naturale". Lasciar asciugare.

    Nel mentre, prendere le misure della base del vassoio e tagliare la carta.

    Una volta secco il colore, con un pennello abbastanza grande dare una mano di Mod Podge (o colla per decoupage) sulla base e disporre sopra la carta. Lisciarla con le dita, finché non resti neanche una bolla d'aria. Lasciar seccare 20 minuti.

    Per finire, dare un paio di mani di Mod Podge, o di vernice, su tutta la superficie del vassoio.
    Finito!


    martedì 13 novembre 2012

    Torta salata con porri e prosciutto

    Questo sabato avete una cena e non sapete cosa portare??
    Qui sotto trovate la ricetta di questa torta salata: si può mangiare anche fredda, ma calda e friabile è buonissima.



    Ingredienti:
    1 disco di pasta sfoglia
    2 porri medio-piccoli
    100 g di prosciutto cotto in fette sottili
    70-80 g di formaggio semi stagionato, tipo provolone dolce
    1 uovo
    Una noce di burro, sale e pepe

    Procedimento:
    Accendere il forno a 175-180º C.
    Pulire i porri, tagliare la parte bianca e verde chiaro in rotelle fine fine e soffriggere 10 minuti  fuoco basso con la noce di burro; aggiungere poca acqua, se necessario.
    Mentre i porri si uniscono al burro in una combinazione deliziosa e profumata, tagliare il formaggio in dadini e il prosciutto in striscioline. Sbattere leggermente l'uovo con una forchetta e mescolare con il prosciutto, il formaggio e i porri. Aggiustare di sale e pepe.
    Stendere la pasta in uno stampo e bucherellarla con una forchetta; versare il ripieno e cuocere per 25-30 minuti.

    Buon appetito!


    martedì 6 novembre 2012

    Morbidi bocconcini di pretzel



    Ciao,

    Quando sono stata a Monaco (Baviera), ho mangiato un pane buonissimo, chiamato pretzel (detto anche brezel, pretzl, breze o brezn)...madre mía, una delizia...insomma, appena ho visto questa ricetta di soft pretzel bites (cioè, morbidi bocconcini di pretzel) non ho potuto resistere e mi son messa a cucinare! Il risultato è stato moooolto soddisfacente, un 10 per la ricetta.

    Per metterla in pratica, ho cambiato le dosi da tazze e cucchiai a litri e grammi, per maggiore comodità. Approfitto l'occasione e traduco il anche il testo!!

    Ingredienti:

    Impasto:
    360 ml di acqua tiepida
    7 g di miele
    1 cubo di lievito fresco o una bustina di lievito secco

    360 g di farina normale
    360 g di farina di forza (per pane)
    10 g di sale
    90 g di burro sciolto

    Soluzione di bicarbonato di sodio:
    1.200 ml di acqua
    80 ml di bicarbonato (sí, misurarlo nel bicchieie dosificatore dei liquidi).

    Perché le palline prendano colore:
    1 tuorlo
    10-12 ml d'acqua (cioè, un cucchiaio)

    Altre cose:
    sale grosso, olio


    Preparazione:

    L'impasto:
    Versare i 360 ml d'acqua tiepida in una terrina, con il miele e il lievito (l'acqua non dev'essere molto calda, per evitare che uccida il povero lievito). Se si usa il lievito secco, lasciar riposare 5 minuti.
    Aggiungere le farine, il burro sciolto e il sale; impastare con le mani.
    Se si attacca molto alle dita, aggiungere pochissima farina. Lavorare per 5 minuti, o finché non otterrete una palla bella ed elastica.

    Ungere una terrina grande con un po' d'olio e inserirvi la palla. Coprire con cellophane e lasciar riposare un'ora.

    Accendere il forno a 210º C.

    Procedimento per fare i bites:
    Rovesciare l'impasto su di una superficie pulita, SENZA AGGIUNGERE ALTRA FARINA. Tagliarlo in 6-8 pezzi e, con i palmi delle mani, farli rotolare formando dei cilindri di 3 cm di diametro circa (vedi foto qui).
    Con un taglia pizza o un coltello tagliare i cilindri in piccoli pezzetti.

    Dopo:
    Mescolare il tuorlo con l'acqua e metterlo da parte. Tenere a portata di mano: pennello, schiumina, sale grosso, forbici da cucina e carta da forno.

    È il momento del bicarbonato! No, non saltate questo passo, è necessario per ottenere un buon risultato.
    Versare l'acqua (1.200 ml) in una pentola e, quando inizia a bollire, aggiungere il bicarbonato.
    Buttare 5 pezzettini d'impasto e lasciar cuocere 30 secondi. Togliere i pezzi con la schiumina e depositarli su un foglio di carta forno. Continuare con il resto dei pezzettini.

    Al forno:
    Spennellare i bites con la miscela di tuorlo e acqua, spolverare con sale e, con le forbici, tagliare un + in ognuno dei pezzettini. Trasferirli in una placca con un foglio di carta forno pulito. Cuocere per 10 minuti, o finché non prendono un bel colorito marron-dorato.

    Una volta pronti e tolti dal forno, resistere alla tentazione di farvi fuori la placca intera subito e lasciare che si raffreddino su una griglia per alcuni minuti.

    Guten Appetit!!




    domenica 28 ottobre 2012

    Cuscino portafedi



    Ciao!

    Poco tempo fa si è sposata una mia amica, a cui volevo regalare qualcosa di speciale. Pensando e cercando idee su riviste e in Internet, ho visto dei cuscini per le fedi molto belli e mi sono autoconvinta che farne uno non era una missione impossibile...e infatti, è stato abbastanza facile!!

    Prima di tutto, occorre disegnare, disegnare e disegnare ancora, per trovare una decorazione e una disposizione degli elementi che vi piaccia.
    Per realizzare una decorazione come la mia, preparare i fiori e le foglie con feltro bianco e verde (vedi tutorial fiori di feltro).


    Per la base, tagliare due quadrati di stoffa di 15 cm, lasciando 1,5 cm di margine per la cucitura.

    Su uno dei quadrati ho ricamato le iniziali dei miei amici; un'altra idea potrebbe essere ricamare la data del matrimonio.

    È il momento di cucire i due quadrati, al rovescio e lasciando una piccola apertura in uno dei lati per poter poi girare la stoffa. Imbottire il cuscino e chiuderlo con dei punticini.

    La valle che vedete nelle foto è necessaria perché gli anelli non precipitino ai lati del cuscino; quindi, disporre i nastrini (due pezzi da 20 cm ciascuno) nel centro del cuscino e due bottoni: uno sopra i nastri e l'altro nella parte inferiore del cuscino. Cucire attraversando il cuscino e i bottoni, tirando bene, con un ago lungo da bambole (sarà più facile che con un ago normale).

    Per finire, attaccare i fiori e le foglie con colla a caldo e, se vi piace, decorare con un nastrino dello stesso colore del ricamo.

    Spero che questo lavoro vi sia piaciuto e se avete qualche domanda o dubbio, lasciate un messaggio qui sotto! Grazie!

    lunedì 22 ottobre 2012

    Tartelette della nonna

    Traduzione: fragrante pasta frolla ripiena di deliziosa crema e arricchita da delicati pinoli e zucchero a velo...insomma, troppo mmmbbuona...



    Questa è la ricetta, copiata da una bustina di lievito:

    Ingredienti (per una torta da 26 cm o 5 tartelette):

    Per la pasta frolla:
    300 g di farina
    150 g di zucchero
    1 pizzico di sale
    1 uovo
    150 g di burro (a temperatura ambiente)
    1/2 bustina di lievito per dolci
    1 bustina di vanillina
    Buccia grattugiata di 1 limone

    Per la crema e la decorazione:
    1/2 l di latte
    4 cucchiai di fecola di patate o di mais
    6 cucchiai di zucchero
    2 tuorli
    Zucchero a velo e pinoli

    Procedimento:
    Mescolare la farina con zucchero, sale, uovo, burro in cubetti piccolini, buccia del limone grattugiata, vanillina e lievito setacciato; lavorare con le mani super rapidamente, fare una palla, avvolgerla nel cellophane e metterla a riposo in frigo per mezz'ora.
    Mentre aspettate, preparare la crema: scaldare il latte a fuoco lento, senza che arrivi a bollire; in una terrina, sbattere i tuorli con lo zucchero e poi aggiungere poco a poco la fecola. Versare il latte a filo e mescolare con la frusta.
    Versare il composto in una pentola e cuocere a fuoco basso finché la crema non vela il cucchiaio (più o meno due minuti dal bollore).

    Per la torta da 26 cm:
    Prendere 2/3 della pasta e riporre il resto di nuovo in frigo.
    Stenderla dello spessore di 1/2 cm e riporla in uno stampo imburrato e infarinato. Lasciare un bordo alto 3 cm.
    Bucherellare la pasta con la forchetta, versare la crema, piegare il bordo verso il centro e spennellarlo con un po' d'acqua per poi poter attaccarvi il "coperchio" della torta.
    Togliere dal frigo la terza parte della pasta, stenderla e, aiutandosi con il mattarello, appoggiarla sopra la torta. Chiudere bene i bordi, se necessario, con un po' più di acqua. Fare dei forellini sulla superficie e distribuirvi sopra dei pinoli.
    Cuocere a 175º C per 30-35 minuti. Una volta raffreddata, spolverare con zucchero a velo.

    Per fare le tartellette, seguire lo stesso procedimento, ma dividendo le parti di pasta per la base e per il "coperchio" in 5 pezzi ciascuna. Cottura: 20-25 minuti a 175º C.









    venerdì 19 ottobre 2012

    Vellutata di zucca, patata e porri



    Ciao,

    Con questa pioggia, cambio di temperatura e raffreddori, una vellutata di verdure è quello che ci vuole. Inoltre, è una zuppa senza "pezzi" di verdura fastidiosi, per la felicità dei bimbi.

    Ingredienti (per 6 persone):
    500 g di zucca
    1 patata
    2 porri medio-grandi
    1/2 scalogno
    70 cl di acqua
    3 cucchiai di olio
    1/2 dado di brodo vegetale
    Spezie per carne, sale, pepe
    Sesamo e rosmarino per decorare (opzionale)

    Procedimento:
    Pulire i porri, tagliare la parte bianca e verde chiaro in rotelline fine e soffriggere in pentola a pressione con 3 cucchiai di olio e il 1/2 scalogno tritato.

    Pelare e tagliare la zucca e la patata in dadi grandi. Aggiungere le verdure tagliate al soffritto, versare l'acqua, due pizzichi di spezie per carne, il mezzo dado e cuocere per 10 minuti dal fischio.

    A cottura ultimata, aprire la pentola, triturare il tutto con il minipimer e aggiustare di sale e pepe. Impiattare e, se volete, decorare con sesamo e un po' di rosmarino. Ma che non manchino i crostini!

    Buon appetito!


    venerdì 12 ottobre 2012

    Zollette di zucchero fatte in casa



    In Internet si trovano varie formule per fare in casa le zollette di zucchero, con proporzioni molto diverse...dopo aver fatto tante prove, credo di averne trovato una buona, che permette ottenere zollette che non si distruggono appena si sfiorano, ma che si dissolvono rapidamente in una bibita calda.

    Ingredienti:
    Una tazzina (da caffè) di zucchero (bianco, di canna o una miscela dei due)
    Acqua
    Uno stampo per cubetti di ghiaccio o cioccolatini
    Tempo e pazienza =)

    Procedimento:
    Bagnare la tazzina con acqua; non deve rimanerne dentro, ma nemmeno bisogna asciugarla. Riempirla di zucchero e mescolare un po', fino ad ottenere una consistenza di sabbia bagnata.

    Se avete uno stampo per cubetti piccolissimi, come il mio, riempirlo fino al bordo con la miscela e premere bene con le dita. Se lo stampo è più grande, riempirlo fino alla metà.

    E adesso, pazienza...bisogna resistere durante una notte alla tentazione di sformare le zollette...so che è difficile, ma conviene aspettare per non rischiare di romperle.

    Ok, adesso potete sformare e ammirare con affetto i vostri piccoli e sbarluccicosi zuccherini!


    Risotto di zucca

    Un classico del Nord Italia: risotto di zucca...con un piccolo cambio forzato dal mio frigo...



    Ingredienti (per 2 persone):
    50 - 75 cl di brodo vegetale
    1/2 scalogno
    250-300 g di zucca
    1/4 di bicchiere di vino rosso (dopo vi spiego perché)
    Riso per 2 (4 grossi pugni)
    Formaggio grana e burro c.b.
    Olio, sale e pepe

    Procedimento:
    Come cucinare la zucca?
    Togliere la scorza e tagliare la zucca in cubi (non c'è bisogno che siano molto piccoli). Cuocerli a vapore in pentola a pressione (cioè, nel cestino, con un dito di acqua), per 10 minuti. Una volta cotta la zucca, scolarla bene, metterla nel bicchiere del minipimer e triturarla fino a farla diventare una cremina.

    E ora, il risotto! Prima di tutto, scaldare il brodo o farlo con mezzo dado vegetale. Se volete, potete anche usare parte dell'acqua di cottura della zucca. Tritare il mezzo scalogno e soffriggerlo con due cucchiai di olio. Aggiungere la zucca e il riso; lasciar tostare e sfumare con il vino...

    Bene, svelo il segreto del vino rosso...stamattina, facendo il risotto, apro il frigo per prendere il vino bianco e orrore degli orrori: ERA FINITO. Dopo qualche momento di disperazione e frustrazione, ho preso del vino rosso, ne ho versato poco sul riso (1/4 di bicchiere) e non mi è rimasto che aspettare, in speranzoso silenzio e super attenta a possibili odori strani...e invece niente odori, né gusti cattivi, anzi, il vino rosso ci sta proprio bene!!

    Insomma, tornando alla ricetta, quando il vino è evaporato, abbassare il fuoco e cuocere il risotto aggiungendo brodo un po' alla volta e mescolando continuamente. Quasi a fine cottura, aggiungere un pizzico di sale (non di più) e alzare un po' il fuoco perché il liquido in eccesso evapori.
    Mantecare con formaggio grana grattugiato e una noce di burro, appena prima di impiattare. Per finire, spolverare con una buona macinata di pepe nero.

    Buon appetito!!


    mercoledì 10 ottobre 2012

    Stagione di zucche



    Se fate un giro per negozi in quest'epoca dell'anno, vedrete zucche dappertutto; da quelle vere e commestibili a quelle finte, decorate e pronte per la notte di Halloween...
    Beh, erano talmente tante e belle quelle che vedevo, che non ho potuto fare a meno di cercare un buon tutorial per farne una di stoffa...ay, che sforzo disumano! =)

    Ecco la mia zucca e qui di seguito il link al tutorial:
    http://www.happyhourprojects.com/2011/09/well-i-dont-have-much-time-this-week.html



    È un lavoro molto semplice abbastanza rapido da fare. Per la mia zucca ho usato un quadrato di 1m di stoffa arancione e, come imbottitura, cotone. Il diametro risultante è di 30cm circa.

    Un'ultima cosa...dai ritagli di stoffa ho tagliato un quadrato di 15cm e ho fatto una mini zucca per gli spilli:






    Spero vi sia piaciuta! A presto!

    giovedì 4 ottobre 2012

    Fiori di feltro


    Ciao!
    È giunto il momento di parlare di queste rose di feltro...nel 2011 ho scoperto due tutorial molto semplici per fare questi fiori in pochi minuti e, da allora, tra regali per le amiche...e per me, hehehe, non ho smesso di farne!
    Sono molto versatili: secondo ciò che si attacchi alla base del fiori, possono convertirsi in spille, lacci per capelli, forcine, decorazioni per una cintura o delle scarpe, o ciò che vi suggerisca la fantasia!

    I seguenti sono i link ai tutorial:

    Per il fiore grande: http://lifeinlutherville.blogspot.com.es/2011/02/felt-flower-tutorial.html
    Per il fiore piccolo: http://www.theaccidentalcrafter.com/tutorial/tutorial-felt-flower



    Per qualsiasi dubbio sui tutorial o sui materiali, lasciate un commento qui sotto! ;)

    Saluti.

    sabato 29 settembre 2012

    Ancora gufi



    So quello che state pensando...ancora animali??!!!! Beh, sí...come ho già detto, casa mia ne è attualmente infestata, ma non è premeditato, giuro...
    La colpa è di Internet...ci sono troppe idee e tutorial troppo attraenti per ignorarli...so che qualcuno mi capirá =)

    Parlando di tutorial, quello di questi gufi l'ho trovato in questa pagina (Blog di Moonstitches) quando ancora non avevo la macchina da cucire, così l'ho conservato al sicuro, finché non è arrivata la macchina...e anche la casa da decorare ;)

    Ho cambiato solo un paio di cose, rispetto al tutorial originale:

    • Non ho usato tessuto fusibile (non ne vedevo la necessità).
    • Per il corpo dei gufi, invece della lana, ho usato della stoffa, perché mi sembrava troppo invernale e, invece, volevo una decorazione che potesse servire tutto l'anno.
    • Per finire, siccome non mi convincevano troppo le etichette con le lettere, ho preferito ricamarle con un punto indietro, direttamente sulla pancia dei gufi.

      Cliccando qui troverete un tutorial molto interessante, che spiega come trasferire le lettere da un foglio di carta alla stoffa, per poi ricamarle facilmente e senza paura di andare storti!



    Spero che questo post vi sia stato utile! Ciao!

    sabato 22 settembre 2012

    Mod Podge...amore a prima vista

    Ciao,

    Anche se il Mod Podge si sta vendendo da taaanti anni negli Stati Uniti, ho scoperto la sua esistenza solo un paio di giorni fa, mentre cercavo qualche ispirazione in Pinterest.
    Ho visto alcuni esempi di ciò che si può fare con questo prodotto ed...è stato amore a prima vista =)

    Ma cos'è?? Si tratta di una miscela di colla, vernice e sigillante, che si può usare per lavorare diverse superfici (stoffa, carta, legno, vetro, ecc.).
    Pare che si usi principalmente per il decoupage, ma non solo...effettivamente, serve per fare gioielli e, perfino, per decorare scarpe vecchie...! Qui trovate un esempio.
    Inoltre, non è tossico, né infiammabile, quindi è ideale per i lavoretti con i bambini.

    Consiglio di visitare il blog di Mod Podge Rocks!, dove troverete molti tutorial ed esempi; vi lascio altri due links, per chi inizia a lavorare con questo prodotto:

    Learn how/FAQ de Mod Podge Rocks! Penso che prima di iniziare a lavorare con il Mod Podge, dovremmo leggere questa pagina: c'è una raccolta di domande frequenti (molto molto molto utile), più video esplicativi.

    Mod Podge Basics : alcune semplici istruzioni per evitare di litigare con il pennello o con le bolle d'aria sotto la carta, ed ottenere buoni risultati.

    Più avanti vi mostrerò i miei risultati con Mod Podge; è chiaro che presto mi metterò al lavoro...=)

    martedì 18 settembre 2012

    Risotto di zucchine e speck

    Ciao!

    Mentre penso a cosa fare per cena, vi racconto cos'ho cucinato ieri ;)





    Ingredienti (per 2 persone):
    50 - 75 cl di brodo vegetale
    1/2 cipolla bianca
    1 zucchina
    una fetta grossina di speck tagliata in cubetti
    1/2 bicchiere di vino bianco
    riso per 2 (io metto 4 pugni abbondanti)
    prezzemolo
    formaggio grana e burro per mantecare
    olio, sale e pepe

    Procedimento:
    Scaldare il brodo (se ce l'avete già pronto) o farlo con mezzo dado vegetale.
    Tagliare finemente la cipolla e soffriggerla con 2 cucchiai di olio. Mentre la cipolla salta allegramente, grattugiare la zucchina con una grattugia dai buchi grossi e aggiungerla alla cipolla.
    Lasciar cuocere alcuni minuti; aggiungere il riso, lasciare che si tosti un po' e sfumare col vino.
    Quando quest'ultimo è evaporato, abbassare il fuoco, aggiungere un po' di brodo e mescolare...e mescolare...aggiungere un altro po' di brodo e mescolare, ecc. ecc., fino quasi a fine cottura.
    Aggiustare di sale e pepe e alzare un po' il fuoco perché non rimanga liquido in eccesso.
    Mantecare con un pezzetto di burro e formaggio grana grattugiato e, alla fine, aggiungere i pezzettini di speck.
    Spolverare con prezzemolo tritato (è facoltativo, ma da un sacco di profumo!) e un altro po' di grana.

    Pronto, buon appetito! ;)



    domenica 16 settembre 2012

    Biscotti autunnali

    ¡Hola hola!

    Giorno di debutto: nuovi stampini con forma di foglie, biberon per la glassa, zuccherini bianchi...

    Ma la ricetta dei biscotti non è una novità: quando ero piccola e cominciavo a combinare qualcosina in cucina, ho trovato questa ricetta nel "manuale di Nonna Papera" e, da quel momento, ho usato sempre la stessa per fare i biscotti frollini.

    Ma passiamo agli ingredienti (per la pasta frolla):
    300g di farina
    130g di burro (a temperatura ambiente)
    1 pizzico di sale
    1 uovo e due tuorli (non buttate le chiare, se poi volete decorare i biscotti con glassa reale)
    50g di zucchero
    Buccia grattugiata di 1/2 limone

    Procedimento
    Con una forchetta, mescolare tutti gli ingredienti e impastare con le mani super velocemente, fino ad ottenere una palla liscia e uniforme; avvolgerla nel cellophane e metterla in frigo per 30 minuti.

    Trascorsa la mezz'ora, accendere il forno a...uuufff, in ogni casa è diverso...il mio lo devo lasciare a 155º-160ºC. Tenere a portata di mano una placca con un foglio di carta forno, dove disporrete i biscotti.

    Stendere la pasta dello spessore di 5mm. Tagliare le forme che preferite e appoggiarle sulla placca.
    Cuocere per 10-15 minuti, finché i biscotti non saranno belli dorati (attenzione, il confine tra dorati e marroni è molto sottile...).

    Una volta raffreddati, potete decorarli con zucchero a velo, glassa all'acqua o, come ho fatto stavolta, con glassa reale.

    Vi lascio la ricetta che a me è andata bene...anche se devo migliorare moooolto il disegno con sac à poche =)

    Ingredienti:
    450g di zucchero a velo
    2 cucchiaini di succo di limone
    2 chiare (quelle avanzate da prima)

    Preparazione:
    Setacciare lo zucchero e metterlo in una terrina. Aggiungere le chiare montate precedentemente e il limone; montare per 10 minuti.

    Mentre state usando una parte della glassa con la sac à poche o il biberon, vi consiglio di coprire la glassa nella terrina con un canovaccio umido, per evitare che si secchi...se succedesse, disastro...esperienza personale.

    Quanto alle tecniche per l'icing, vi lascio un paio di links, che spiegano tutto quel che c'è da sapere al riguardo...o quasi ;)

    http://www.browneyedbaker.com/2009/06/04/how-to-decorate-cookies-with-royal-icing/

    http://sweetopia.net/2009/09/how-to-decorate-cookies-with-royal-icing-top-10-tips/

    Insomma, a parte la decorazione di dubbiosa bellezza, vi consiglio di provare la ricetta di Nonna Papera!

    Ciao!