sabato 29 settembre 2012

Ancora gufi



So quello che state pensando...ancora animali??!!!! Beh, sí...come ho già detto, casa mia ne è attualmente infestata, ma non è premeditato, giuro...
La colpa è di Internet...ci sono troppe idee e tutorial troppo attraenti per ignorarli...so che qualcuno mi capirá =)

Parlando di tutorial, quello di questi gufi l'ho trovato in questa pagina (Blog di Moonstitches) quando ancora non avevo la macchina da cucire, così l'ho conservato al sicuro, finché non è arrivata la macchina...e anche la casa da decorare ;)

Ho cambiato solo un paio di cose, rispetto al tutorial originale:

  • Non ho usato tessuto fusibile (non ne vedevo la necessità).
  • Per il corpo dei gufi, invece della lana, ho usato della stoffa, perché mi sembrava troppo invernale e, invece, volevo una decorazione che potesse servire tutto l'anno.
  • Per finire, siccome non mi convincevano troppo le etichette con le lettere, ho preferito ricamarle con un punto indietro, direttamente sulla pancia dei gufi.

    Cliccando qui troverete un tutorial molto interessante, che spiega come trasferire le lettere da un foglio di carta alla stoffa, per poi ricamarle facilmente e senza paura di andare storti!



Spero che questo post vi sia stato utile! Ciao!

sabato 22 settembre 2012

Mod Podge...amore a prima vista

Ciao,

Anche se il Mod Podge si sta vendendo da taaanti anni negli Stati Uniti, ho scoperto la sua esistenza solo un paio di giorni fa, mentre cercavo qualche ispirazione in Pinterest.
Ho visto alcuni esempi di ciò che si può fare con questo prodotto ed...è stato amore a prima vista =)

Ma cos'è?? Si tratta di una miscela di colla, vernice e sigillante, che si può usare per lavorare diverse superfici (stoffa, carta, legno, vetro, ecc.).
Pare che si usi principalmente per il decoupage, ma non solo...effettivamente, serve per fare gioielli e, perfino, per decorare scarpe vecchie...! Qui trovate un esempio.
Inoltre, non è tossico, né infiammabile, quindi è ideale per i lavoretti con i bambini.

Consiglio di visitare il blog di Mod Podge Rocks!, dove troverete molti tutorial ed esempi; vi lascio altri due links, per chi inizia a lavorare con questo prodotto:

Learn how/FAQ de Mod Podge Rocks! Penso che prima di iniziare a lavorare con il Mod Podge, dovremmo leggere questa pagina: c'è una raccolta di domande frequenti (molto molto molto utile), più video esplicativi.

Mod Podge Basics : alcune semplici istruzioni per evitare di litigare con il pennello o con le bolle d'aria sotto la carta, ed ottenere buoni risultati.

Più avanti vi mostrerò i miei risultati con Mod Podge; è chiaro che presto mi metterò al lavoro...=)

martedì 18 settembre 2012

Risotto di zucchine e speck

Ciao!

Mentre penso a cosa fare per cena, vi racconto cos'ho cucinato ieri ;)





Ingredienti (per 2 persone):
50 - 75 cl di brodo vegetale
1/2 cipolla bianca
1 zucchina
una fetta grossina di speck tagliata in cubetti
1/2 bicchiere di vino bianco
riso per 2 (io metto 4 pugni abbondanti)
prezzemolo
formaggio grana e burro per mantecare
olio, sale e pepe

Procedimento:
Scaldare il brodo (se ce l'avete già pronto) o farlo con mezzo dado vegetale.
Tagliare finemente la cipolla e soffriggerla con 2 cucchiai di olio. Mentre la cipolla salta allegramente, grattugiare la zucchina con una grattugia dai buchi grossi e aggiungerla alla cipolla.
Lasciar cuocere alcuni minuti; aggiungere il riso, lasciare che si tosti un po' e sfumare col vino.
Quando quest'ultimo è evaporato, abbassare il fuoco, aggiungere un po' di brodo e mescolare...e mescolare...aggiungere un altro po' di brodo e mescolare, ecc. ecc., fino quasi a fine cottura.
Aggiustare di sale e pepe e alzare un po' il fuoco perché non rimanga liquido in eccesso.
Mantecare con un pezzetto di burro e formaggio grana grattugiato e, alla fine, aggiungere i pezzettini di speck.
Spolverare con prezzemolo tritato (è facoltativo, ma da un sacco di profumo!) e un altro po' di grana.

Pronto, buon appetito! ;)



domenica 16 settembre 2012

Biscotti autunnali

¡Hola hola!

Giorno di debutto: nuovi stampini con forma di foglie, biberon per la glassa, zuccherini bianchi...

Ma la ricetta dei biscotti non è una novità: quando ero piccola e cominciavo a combinare qualcosina in cucina, ho trovato questa ricetta nel "manuale di Nonna Papera" e, da quel momento, ho usato sempre la stessa per fare i biscotti frollini.

Ma passiamo agli ingredienti (per la pasta frolla):
300g di farina
130g di burro (a temperatura ambiente)
1 pizzico di sale
1 uovo e due tuorli (non buttate le chiare, se poi volete decorare i biscotti con glassa reale)
50g di zucchero
Buccia grattugiata di 1/2 limone

Procedimento
Con una forchetta, mescolare tutti gli ingredienti e impastare con le mani super velocemente, fino ad ottenere una palla liscia e uniforme; avvolgerla nel cellophane e metterla in frigo per 30 minuti.

Trascorsa la mezz'ora, accendere il forno a...uuufff, in ogni casa è diverso...il mio lo devo lasciare a 155º-160ºC. Tenere a portata di mano una placca con un foglio di carta forno, dove disporrete i biscotti.

Stendere la pasta dello spessore di 5mm. Tagliare le forme che preferite e appoggiarle sulla placca.
Cuocere per 10-15 minuti, finché i biscotti non saranno belli dorati (attenzione, il confine tra dorati e marroni è molto sottile...).

Una volta raffreddati, potete decorarli con zucchero a velo, glassa all'acqua o, come ho fatto stavolta, con glassa reale.

Vi lascio la ricetta che a me è andata bene...anche se devo migliorare moooolto il disegno con sac à poche =)

Ingredienti:
450g di zucchero a velo
2 cucchiaini di succo di limone
2 chiare (quelle avanzate da prima)

Preparazione:
Setacciare lo zucchero e metterlo in una terrina. Aggiungere le chiare montate precedentemente e il limone; montare per 10 minuti.

Mentre state usando una parte della glassa con la sac à poche o il biberon, vi consiglio di coprire la glassa nella terrina con un canovaccio umido, per evitare che si secchi...se succedesse, disastro...esperienza personale.

Quanto alle tecniche per l'icing, vi lascio un paio di links, che spiegano tutto quel che c'è da sapere al riguardo...o quasi ;)

http://www.browneyedbaker.com/2009/06/04/how-to-decorate-cookies-with-royal-icing/

http://sweetopia.net/2009/09/how-to-decorate-cookies-with-royal-icing-top-10-tips/

Insomma, a parte la decorazione di dubbiosa bellezza, vi consiglio di provare la ricetta di Nonna Papera!

Ciao!

domenica 9 settembre 2012

Rotolini di zucchine, formaggio e speck

Niente meglio di una foto per presentarli:





Ingredienti (per 9 rotolini):
1 disco di pasta sfoglia
100g circa di formaggio semi stagionato, tipo provolone (se lo avete già tagliato in fettine, meglio, guadagnate tempo!)
Poche fette di speck
1 zucchina
1/4 di cipolla o 1 scalogno
sale, pepe, olio e.v.o.

Procedimento:
Tagliare finemente la cipolla e metterla in una padella con un paio di cucchiai di olio.
Grattugiare la zucchina con una grattugia dai buchi grossi e farla saltare con la cipolla per 5 minuti. Aggiungere sale e pepe.

Mentre aspettiamo che la zucchina si raffreddi, tagliare il formaggio in fettine fine (se non ce l'avete già tagliato) e tagliare le fette di speck in pezzi più piccoli.

Stendere il disco di pasta sfoglia su di un foglio di carta forno, distribuire la zucchina, i pezzi di speck e il formaggio. Devono essere ben distribuiti per dare sapore, ma non c'è bisogno di coprire ogni angolino di pasta!

Arrotolare la pasta, stringendo il più possibile e tagliare il cilindro ottenuto in pezzi larghi 4cm circa.

Mettere ogni rotolino in uno stampino da muffin e cuocere a 170ºC per 30 minuti, o finché non sono belli doratini (temperatura e minuti a discrezione del vostro forno).

Gnammm...

Galline in fila



La mia casa è una fattoria.

Me ne sono appena resa conto...gufi in sala da pranzo, pesci nel bagno, pecore in sala...e galline in cucina!
Sarà perché sento nostalgia della campagna..o semplicemente che mi piace molto fare questi animalozzi...hmm, entrambe le cose, credo!

Insomma, vi consiglio di realizzare questa ghirlanda: questi polli danno tanta allegria, in qualsiasi stanza vogliate appenderli.


Il procedimento?
Prima di tutto, cliccare qui per scaricare il modello.
Dal feltro rosso, ritagliare i pezzi per le ali e la cresta; dal feltro arancione, i pezzi per il becco; e dal feltro bianco e nero, gli occhi e le pupille, rispettivamente.
Dalla stoffa di cotone, ritagliare i due pezzi per il corpo, lasciando 1cm circa di margine per cucire.

Bene, quando abbiamo tutti i pezzi preparati, è il momento di cucire!!
Prima di tutto, i pezzi piccoli: cresta, becco, occhi e pupille. Ricordatevi di inserire un pochino di imbottitura nel becco e nella cresta, prima di chiuderli.
Ho decorato le ali con una semplice filza, ma potete personalizzarle come preferite.

Per le zampe ho usato del cordoncino "coda di topo". Tagliarne un pezzetto, piegarlo a metà e fare un paio di nodi per ogni zampa.

Cucire il corpo al rovescio, lasciando una piccola apertura, per poterlo capovolgere e riempirlo di cotone. Chiuderlo con alcuni punti.

Con filo o colla per tessuti fissare i complementi al pollo (cresta, occhi, ecc.).


Finito!

Vi lascio più foto perché si vedano i dettagli...non soffermatevi sugli errori.....





¡Spero vi sia piaciuto! Saluti

domenica 2 settembre 2012

Mini muffins con pesca e "amaretti"

Qui inizia a fare freschetto, o sono io che sono una lucertola e sento freddo appena il sole se ne va...ma sí, è lo stesso, il punto è che mi venuta voglia di accendere il forno e fare qualcosa di divertente e...mini:


Mini muffins con pezzetti di pesca e amaretti

Ingredienti (per circa 50 mini muffins - o 10 muffins normali):
230g di fecola (di patate o di mais va bene)
25g di amaretti + 3-4 amaretti in più per il fondo degli stampini
2 uova
100g di zucchero (io metto 70g di bianco e 30g di canna)
120g di burro (a temperatura ambiente)
100g (sí, grammi) di latte
2 cucchiaini e mezzo di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 pesca molto grande o due piccoline (la mia pesava circa 300g)

Procedimento:
Lavare e tagliare la pesca in dadi piccoli. Schiacciare gli amaretti in un mortaio (senza esagerare, che non diventino farina; lasciate qualche pezzettino integro).
In una terrina, mescolare con le mani la fecola con il burro e gli amaretti. Aggiungere lo zucchero, il lievito e il sale.
In un'altra terrina, unire le uova con il latte e versarli sul composto secco. Mescolare bene con un cucchiaio e, alla fine, aggiungere la pesca. Altri due giri di cucchiaio e il composto sarà pronto per riempire gli stampini.
Prima di versarlo, schiacciare bene 3-4 amaretti (questa volta sí devono essere sbriciolati del tutto) e distribuirne un po' sul fondo di ogni stampino...darà più gusto al muffin!
Adesso sí...versare il composto. Cuocere a 170ºC per 20 minuti circa (occhio alla temperatura, da un forno all'altro potrebbe variare!)

Venti minuti e...buon appetito!!



Orso di peluche


Ayy, questo è stato uno dei miei esperimenti preferiti! Dopo varie ore di lavoro e nonostante errori e imperfezioni, l'orso che ti ritrovi tra le mani ti sembra così dolce che subito dimentichi i fili persi per strada ogni piè sospinto, aghi rotti, del casino che hai fatto con i cartamodelli...

Mi ricordo che proprio in quest'occasione è morto l'ago originale della mia macchina da cucire...e, quando sono andata a cercarne un altro, ho scoperto che ne esistono di diversi tipi, a seconda dello spessore del tessuto...quindii, se imprenderete quest'avventura, vi consiglio di evitare aghi normali (numero 12-14) e di usare, invece, un 16 perché, a volte, dovrete cucire 3 o 4 strati di tessuto alla volta.
A proposito, ho usato la stessa tela che avevo impiegato per il cuscino-pecora, sintetica e morbida al tatto.

Qui troverete il modello scaricabile e tuuuutte le istruzioni, passo passo per fare il peluche:
http://www.howjoyful.com/2010/05/howjoyful-bear-tutorial-and-pattern/

A parte il colore dell'orso, ho cambiato solo un'altra cosetta: invece del paio di occhi per peluche, ho usato due bottoni neri piatti.

...Non vi viene voglia di farne uno?? =)