domenica 28 ottobre 2012

Cuscino portafedi



Ciao!

Poco tempo fa si è sposata una mia amica, a cui volevo regalare qualcosa di speciale. Pensando e cercando idee su riviste e in Internet, ho visto dei cuscini per le fedi molto belli e mi sono autoconvinta che farne uno non era una missione impossibile...e infatti, è stato abbastanza facile!!

Prima di tutto, occorre disegnare, disegnare e disegnare ancora, per trovare una decorazione e una disposizione degli elementi che vi piaccia.
Per realizzare una decorazione come la mia, preparare i fiori e le foglie con feltro bianco e verde (vedi tutorial fiori di feltro).


Per la base, tagliare due quadrati di stoffa di 15 cm, lasciando 1,5 cm di margine per la cucitura.

Su uno dei quadrati ho ricamato le iniziali dei miei amici; un'altra idea potrebbe essere ricamare la data del matrimonio.

È il momento di cucire i due quadrati, al rovescio e lasciando una piccola apertura in uno dei lati per poter poi girare la stoffa. Imbottire il cuscino e chiuderlo con dei punticini.

La valle che vedete nelle foto è necessaria perché gli anelli non precipitino ai lati del cuscino; quindi, disporre i nastrini (due pezzi da 20 cm ciascuno) nel centro del cuscino e due bottoni: uno sopra i nastri e l'altro nella parte inferiore del cuscino. Cucire attraversando il cuscino e i bottoni, tirando bene, con un ago lungo da bambole (sarà più facile che con un ago normale).

Per finire, attaccare i fiori e le foglie con colla a caldo e, se vi piace, decorare con un nastrino dello stesso colore del ricamo.

Spero che questo lavoro vi sia piaciuto e se avete qualche domanda o dubbio, lasciate un messaggio qui sotto! Grazie!

lunedì 22 ottobre 2012

Tartelette della nonna

Traduzione: fragrante pasta frolla ripiena di deliziosa crema e arricchita da delicati pinoli e zucchero a velo...insomma, troppo mmmbbuona...



Questa è la ricetta, copiata da una bustina di lievito:

Ingredienti (per una torta da 26 cm o 5 tartelette):

Per la pasta frolla:
300 g di farina
150 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 uovo
150 g di burro (a temperatura ambiente)
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Buccia grattugiata di 1 limone

Per la crema e la decorazione:
1/2 l di latte
4 cucchiai di fecola di patate o di mais
6 cucchiai di zucchero
2 tuorli
Zucchero a velo e pinoli

Procedimento:
Mescolare la farina con zucchero, sale, uovo, burro in cubetti piccolini, buccia del limone grattugiata, vanillina e lievito setacciato; lavorare con le mani super rapidamente, fare una palla, avvolgerla nel cellophane e metterla a riposo in frigo per mezz'ora.
Mentre aspettate, preparare la crema: scaldare il latte a fuoco lento, senza che arrivi a bollire; in una terrina, sbattere i tuorli con lo zucchero e poi aggiungere poco a poco la fecola. Versare il latte a filo e mescolare con la frusta.
Versare il composto in una pentola e cuocere a fuoco basso finché la crema non vela il cucchiaio (più o meno due minuti dal bollore).

Per la torta da 26 cm:
Prendere 2/3 della pasta e riporre il resto di nuovo in frigo.
Stenderla dello spessore di 1/2 cm e riporla in uno stampo imburrato e infarinato. Lasciare un bordo alto 3 cm.
Bucherellare la pasta con la forchetta, versare la crema, piegare il bordo verso il centro e spennellarlo con un po' d'acqua per poi poter attaccarvi il "coperchio" della torta.
Togliere dal frigo la terza parte della pasta, stenderla e, aiutandosi con il mattarello, appoggiarla sopra la torta. Chiudere bene i bordi, se necessario, con un po' più di acqua. Fare dei forellini sulla superficie e distribuirvi sopra dei pinoli.
Cuocere a 175º C per 30-35 minuti. Una volta raffreddata, spolverare con zucchero a velo.

Per fare le tartellette, seguire lo stesso procedimento, ma dividendo le parti di pasta per la base e per il "coperchio" in 5 pezzi ciascuna. Cottura: 20-25 minuti a 175º C.









venerdì 19 ottobre 2012

Vellutata di zucca, patata e porri



Ciao,

Con questa pioggia, cambio di temperatura e raffreddori, una vellutata di verdure è quello che ci vuole. Inoltre, è una zuppa senza "pezzi" di verdura fastidiosi, per la felicità dei bimbi.

Ingredienti (per 6 persone):
500 g di zucca
1 patata
2 porri medio-grandi
1/2 scalogno
70 cl di acqua
3 cucchiai di olio
1/2 dado di brodo vegetale
Spezie per carne, sale, pepe
Sesamo e rosmarino per decorare (opzionale)

Procedimento:
Pulire i porri, tagliare la parte bianca e verde chiaro in rotelline fine e soffriggere in pentola a pressione con 3 cucchiai di olio e il 1/2 scalogno tritato.

Pelare e tagliare la zucca e la patata in dadi grandi. Aggiungere le verdure tagliate al soffritto, versare l'acqua, due pizzichi di spezie per carne, il mezzo dado e cuocere per 10 minuti dal fischio.

A cottura ultimata, aprire la pentola, triturare il tutto con il minipimer e aggiustare di sale e pepe. Impiattare e, se volete, decorare con sesamo e un po' di rosmarino. Ma che non manchino i crostini!

Buon appetito!


venerdì 12 ottobre 2012

Zollette di zucchero fatte in casa



In Internet si trovano varie formule per fare in casa le zollette di zucchero, con proporzioni molto diverse...dopo aver fatto tante prove, credo di averne trovato una buona, che permette ottenere zollette che non si distruggono appena si sfiorano, ma che si dissolvono rapidamente in una bibita calda.

Ingredienti:
Una tazzina (da caffè) di zucchero (bianco, di canna o una miscela dei due)
Acqua
Uno stampo per cubetti di ghiaccio o cioccolatini
Tempo e pazienza =)

Procedimento:
Bagnare la tazzina con acqua; non deve rimanerne dentro, ma nemmeno bisogna asciugarla. Riempirla di zucchero e mescolare un po', fino ad ottenere una consistenza di sabbia bagnata.

Se avete uno stampo per cubetti piccolissimi, come il mio, riempirlo fino al bordo con la miscela e premere bene con le dita. Se lo stampo è più grande, riempirlo fino alla metà.

E adesso, pazienza...bisogna resistere durante una notte alla tentazione di sformare le zollette...so che è difficile, ma conviene aspettare per non rischiare di romperle.

Ok, adesso potete sformare e ammirare con affetto i vostri piccoli e sbarluccicosi zuccherini!


Risotto di zucca

Un classico del Nord Italia: risotto di zucca...con un piccolo cambio forzato dal mio frigo...



Ingredienti (per 2 persone):
50 - 75 cl di brodo vegetale
1/2 scalogno
250-300 g di zucca
1/4 di bicchiere di vino rosso (dopo vi spiego perché)
Riso per 2 (4 grossi pugni)
Formaggio grana e burro c.b.
Olio, sale e pepe

Procedimento:
Come cucinare la zucca?
Togliere la scorza e tagliare la zucca in cubi (non c'è bisogno che siano molto piccoli). Cuocerli a vapore in pentola a pressione (cioè, nel cestino, con un dito di acqua), per 10 minuti. Una volta cotta la zucca, scolarla bene, metterla nel bicchiere del minipimer e triturarla fino a farla diventare una cremina.

E ora, il risotto! Prima di tutto, scaldare il brodo o farlo con mezzo dado vegetale. Se volete, potete anche usare parte dell'acqua di cottura della zucca. Tritare il mezzo scalogno e soffriggerlo con due cucchiai di olio. Aggiungere la zucca e il riso; lasciar tostare e sfumare con il vino...

Bene, svelo il segreto del vino rosso...stamattina, facendo il risotto, apro il frigo per prendere il vino bianco e orrore degli orrori: ERA FINITO. Dopo qualche momento di disperazione e frustrazione, ho preso del vino rosso, ne ho versato poco sul riso (1/4 di bicchiere) e non mi è rimasto che aspettare, in speranzoso silenzio e super attenta a possibili odori strani...e invece niente odori, né gusti cattivi, anzi, il vino rosso ci sta proprio bene!!

Insomma, tornando alla ricetta, quando il vino è evaporato, abbassare il fuoco e cuocere il risotto aggiungendo brodo un po' alla volta e mescolando continuamente. Quasi a fine cottura, aggiungere un pizzico di sale (non di più) e alzare un po' il fuoco perché il liquido in eccesso evapori.
Mantecare con formaggio grana grattugiato e una noce di burro, appena prima di impiattare. Per finire, spolverare con una buona macinata di pepe nero.

Buon appetito!!


mercoledì 10 ottobre 2012

Stagione di zucche



Se fate un giro per negozi in quest'epoca dell'anno, vedrete zucche dappertutto; da quelle vere e commestibili a quelle finte, decorate e pronte per la notte di Halloween...
Beh, erano talmente tante e belle quelle che vedevo, che non ho potuto fare a meno di cercare un buon tutorial per farne una di stoffa...ay, che sforzo disumano! =)

Ecco la mia zucca e qui di seguito il link al tutorial:
http://www.happyhourprojects.com/2011/09/well-i-dont-have-much-time-this-week.html



È un lavoro molto semplice abbastanza rapido da fare. Per la mia zucca ho usato un quadrato di 1m di stoffa arancione e, come imbottitura, cotone. Il diametro risultante è di 30cm circa.

Un'ultima cosa...dai ritagli di stoffa ho tagliato un quadrato di 15cm e ho fatto una mini zucca per gli spilli:






Spero vi sia piaciuta! A presto!

giovedì 4 ottobre 2012

Fiori di feltro


Ciao!
È giunto il momento di parlare di queste rose di feltro...nel 2011 ho scoperto due tutorial molto semplici per fare questi fiori in pochi minuti e, da allora, tra regali per le amiche...e per me, hehehe, non ho smesso di farne!
Sono molto versatili: secondo ciò che si attacchi alla base del fiori, possono convertirsi in spille, lacci per capelli, forcine, decorazioni per una cintura o delle scarpe, o ciò che vi suggerisca la fantasia!

I seguenti sono i link ai tutorial:

Per il fiore grande: http://lifeinlutherville.blogspot.com.es/2011/02/felt-flower-tutorial.html
Per il fiore piccolo: http://www.theaccidentalcrafter.com/tutorial/tutorial-felt-flower



Per qualsiasi dubbio sui tutorial o sui materiali, lasciate un commento qui sotto! ;)

Saluti.