lunedì 28 gennaio 2013

Ratatouille


Hola,

Era tanto tempo che volevo provare a fare la ratatouille e, FINALMENTE, questo fine settimana mi son ricordata di comprare gli ingredienti, yuhuuu!

Mi sono documentata in Internet per capire come si prepara e mi sembra che ogni cuoco la faccia alla sua maniera...uno mette più zucchine, un altro preferisce i peperoni gialli a quelli verdi, ecc.

Alla fine mi sono basata su questa ricetta, anche se ho preferito usare altri metodi di cottura.


Ingredienti:
1 melanzana lunga
3 pomodiri grandi (che pesino, più o meno 500 g in tutto)
3 zucchine sottili
1 peperone rosso piccolo
1 peperone verde piccolo
1 cipolla bianca
1 spicchio d'aglio
olio, sale, pepe, basilico y timo

Procedimento:
Tenere a portata di mano due padelle o pentole capienti. Perché due? A parte il volume non trascurabile delle verdure per una sola pentola, secondo quello che ho letto, cucinarle separatamente ne garantisce l'integrità, ossia, non si spappolano.

Pulire e tagliare le verdure:
  • Melanzana e zucchine: in rotelle grosse un dito. Se la melanzana è grossa, prima di fare le rotelle, tagliarla in due o quattro parti. 
  • Peperoni: aprirli e togliere i semini. Poi, tagliarli in striscioline.
  • Pomodori: in rotelle grosse mezzo dito.
  • Cipolla: tritata.
Soffriggere la cipolla in una padella, con 3 cucchiai di olio. Aggiungere i peperoni, i pomodori e cuocere, con coperchio, per 40 minuti a fuoco basso. Mescolare ogni tanto.

Nel mentre, mettere la melanzana e le zucchine in un'altra padella con un filo d'olio; aggiungere lo spicchio d'aglio tagliato in due e lasciar cuocere per una mezz'ora, con coperchio. Mescolare ogni tanto e, se notate indizi di attaccamento, aggiungere un pochino di acqua calda.

5 minuti prima di spegnere i fuochi, aggiustare di sale e pepe e spolverare con timo e basilico le due pentole.

Consiglio: la ratatouille si sposa fantasticamente con cous cous... provatelo!

Bon appétit ;)


sabato 26 gennaio 2013

Gocciole


Ciao,

Viviamo in Spagna da 4 anni ormai e una delle cose che ci mancano dell'Italia sono le gocciole. Ogni volta che andiamo, torniamo caricati di pacchetti, ma sti benedetti biscotti finiscono troppo presto...così non resta che farli in casa!!

Ecco la ricetta.

Ingredienti:
180 g di burro (a temperatura ambiente)
500 g di farina
2 uova grandi (L)
100 g di zucchero bianco
100 g di zucchero di canna
100 g di gocce di cioccolato
1 bustina di vanillina (o aroma di vaniglia)
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale

Procedimento:
Accendere il forno a 180º C.
Con un cucchiaio di legno, mescolare le uova con lo zucchero. Aggiungere il burro e impastare con le mani. Unire la vanillina, la farina, il sale e il bicarbonato. Infine, aggiungere le gocce di cioccolato e impastare bene, fino ad ottenere una palla liscia e omogenea.
Formare delle palline grandi come noci, schiacciarle tra i palmi delle mani e distribuirle sulla la placca, coperta da un foglio di carta forno.
Cuocere per 15-17 minuti e lasciar raffreddare completamente su una griglia.
Quando togliete i biscotti dal forno, devono essere pallidini e piuttosto morbidi; raffreddandosi, diventano croccanti.

Buona merenda! ;)



domenica 20 gennaio 2013

Gufi per un bebé


Ciao!
È tanto tempo che non parlo di gufi...non può essere! Bisogna rimediare...quindi oggi vi propongo un tutorial per fare una giostrina da culla, con gufi e note musicali.



Quando ho iniziato a disegnare i modelli, cercando idee in Internet ho trovato questo tipo di gufo: semplice, con occhi enoooormi e molto dolce. Quindi, matita alla mano, ho provato a riprodurlo...o almeno i dettagli che mi piacevano.

Con le note è stato più facile!!
Le ho disegnate come mi pareva, però più o meno della stessa dimensione del gufo.




Insomma, ecco il tutorial!


Per fare i gufi

  1. Scaricare e stampare i modelli, cliccando qui.
  2. Ritagliare i pezzi necessari fal feltro, come indicato nei modelli.
  3. Cucire le pupille alla parte bianca degli occhi e poi questi al muso.
  4. Decorare la pancia del gufo come più vi piaccia (per esempio, con bottoni, appliques di feltro, lettere o note ricamate, ecc.).
  5. Unire il corpo (parte posteriore) con il muso e la pancia, ricordando di inserire le ali quando giunga il momento. NON CUCIRE il muso alla pancia.
  6. Approfittando quest'apertura, inserire l'imbottitura. Quando vi sembra che il gufo sia sufficientemente ciccio, chiudere con un punto di colla a caldo.
  7. Con la stessa colla, applicare il becco e le zampette.


Per fare le note
  1. Scaricare e stampare i modelli, cliccando aquí.
  2. Ritagliare i pezzi necessari dal feltro, come indicato nei modelli.
  3. Unire i due lati delle note e imbottire con cotone; chiudere.
  4. Cucire un campanellino alla base di ogni nota (per fare la giostrina più divertente, potete mettere campanelli con suoni diversi).
Per appendere i vari pezzi, ho usato filo da pesca, annodato ad una ghirlanda di vimini. Finito...e pronto da attaccare sopra una culla!

Bon, credo di aver parlato di gufi sufficientemente...per il momento...;) ¡Hasta la próxima!



domenica 13 gennaio 2013

Brioches de Paris au chocolat



Buongiorno,

Stamattina mi sono svegliata presto...fuori c'era un tempo da lupi tanto triste che mi è venuta voglia di chiudermi in cucina e preparare una colazione per rallegrare la giornata...ingrediente basico e obbligatorio in questi casi: CIOCCOLATOO!




Mi son ricordata di una ricetta di pan brioche che avevo provato tempo fa (trovate l'originale qui), così l'ho rifatta, ma aggiungendo un ripieno di irresistibile cioccolato fondente...

Ingredienti (per 6 pan brioches):
1 uovo
1/2 cubo di lievito di birra fresco (o 1/2 bustina di lievito secco)
100 ml di latte
25 g di burro (a temperatura ambiente)
50 g di zucchero
275 g di farina
1 pizzico di sale
1 uovo per glassare le brioches.

Per il ripieno:
100 g di cioccolato fondente
10 g di zucchero (se lo volete più dolce, aggiungerne di più)
10 g di burro
1 goccio di latte

Procedimento:
Scaldare il latte nel microonde finché non sarà tiepido e sciogliervi dentro il lievito (se avete quello secco, preparatelo a parte).
In una terrina, mescolare lo zucchero, il sale, 225 g di farina (mettere da parte il resto) e l'uovo leggermente sbattuto. Aggiungere il latte con il lievito e mescolare con le fruste elettriche a gancio per 3-4 minuti. Aggiungere il burro in pezzettini e i restanti 50 g di farina. Impastare per altri 3-4 minuti, fino ad ottenere un impasto elastico e brillante.
Fare una palla e metterla in una terrina oleata e chiusa con cellophane. Lasciar riposare un'ora (o finché non raddoppia il volume).

Nel mentre, preparare il ripieno: spezzettare il cioccolato e metterlo nel tritatutto, con lo zucchero, il burro e un goccio di latte; azionare durante pochi secondi, fino ad ottenere la consistenza desiderata (io la preferisco "rustica", ossia che quando si stia mangiando la brioche, ci si possa imbattere, a volte, con qualche pezzettino di cioccolato...gnam).

Trascorsa un'ora...
Imburrare 6 stampi per muffin.
Dividere l'impasto in 12 pezzi più o meno della stessa dimensione.
Prenderne due, formare due palline e stenderle con il mattarello. Spargere in ogni rettangolo un po' di ripieno, mettere un rettangolo sopra l'altro e arrotolarli.
Fare lo stesso con gli altri pezzetti d'impasto e inserire ogni rotolino in uno stampo. Coprire con un canovaccio e lasciar lievitare i rotoli, finché non duplicheranno il loro volume.
Appena li vediamo cicciottelli, spennellare la superficie con uovo sbattuto e infornare a 175º C per 15-17 minuti.
Togliere dal forno e lasciar raffreddare...o intiepidire, almeno =) ...su una griglia.

Bon appetit!

E queste sono le brioches de Paris senza cioccolato, che ho fatto l'altra volta...da sole o con marmellata sono buonissime!!


domenica 6 gennaio 2013

Piastrelle sottopentola


Ecco il lavoro fatto per Natale 2012!
Si tratta di piastrelle decorate con carta da scrapbooking. Servono da sottopentola, ma sono carine anche da appendere alla parete =)

Per realizzarle, mi sono inspirata in questo tutorial, che spiega passo passo tutto il procedimento.
Riassumendo:

  1. Cercare piastrelle bianche (queste sono 15x15 cm; le ho trovate in un negozio dedicato ai materiali da costruzione).
  2. Tagliare la carta che avrete scelto in un quadrato un pochino più piccolo della piastrella (in questo caso, 14,8x14,8 cm).
  3. Dare una mano di Mod Podge sulla piastrella pulita e, con attenzione, appoggiarvi sopra la carta. Dico "con attenzione" perché una volta collocata, è impossibile muoverla senza romperla...
  4. Aspettare 20 minuti. Nel mentre, tagliare un quadrato da un foglio foam di 14,5x14,5 cm, per la base della piastrella.
  5. Dare una mano di Mod Podge sulla piastrella e, se si forma qualche bolla, eliminarla, lisciando la carta col pennello.
  6. Aspettare 20 minuti e ripetere il procedimento altre 3 volte.
  7. Perché la piastrella resista meglio al calore e all'acqua, consiglio di dare un paio di mani di vernice o lacca sigillante trasparente.
  8. Una volta asciutta, girare la piastrella e attaccare il foam.

Fatto! 
Un paio di consigli: perché il sottopentola non si rovini con il tempo, è consigliabile non appoggiarci su pentole molto molto molto calde (per esempio, appena tirate fuori dal forno); inoltre, per pulirla, usare un panno umido.

Buona Befana... ¡¡y Felices Reyes!!