Visualizzazione post con etichetta caravanini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta caravanini. Mostra tutti i post

domenica 19 gennaio 2014

Pane di pasta dura



Non so voi, ma a casa nostra spesso rimaniamo senza pane...e molte volte ce ne rendiamo conto di sera, o di domenica, quando ormai è già tutto chiuso...che disastri. Tuttavia c'è un aspetto positivo: si possono provare ricette nuove, come quella che andrò a condividere oggi ;)

Con questa ricetta a base di pasta dura si può fare un pane molto buono, in modo semplice e rapido, con un solo ciclo di lievitazione. Strano? Sí, ma vero. Ho provato la ricetta varie volte e ha sempre dato ottimi risultati.
Insomma, ve la consiglio!
Potete trovare la versione originale nel blog di "Viva la focaccia" (uno dei miei preferiti in quanto a pane e pizza).



Ingredienti (per 4 panini da 200 g ciascuno):
300 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di sale
30 g di olio evo
550 g di farina 0
1 cubo di lievito di birra fresco (25 g)

Procedimento:
Sciogliere il sale nell'acqua, aggiungere l'olio e metà della farina e mescolare con l'aiuto delle fruste elettriche a gancio (se non le avete, armatevi di spatola rigida e un pochino di pazienza). Aggiungere il lievito sbriciolato e, poco alla volta, il resto della farina. Impastare con le mani per, almeno, 20-25 minuti.
Se avete un'impastatrice, saranno 15 minuti.
È molto importante impastare fino ad ottenere una palla liscia e molto uniforme, senza grumi o crepe. Quando finalmente avrete qualcosa di questo tipo tra le mani, significa che la vostra pasta è raffinata. Evviva!

Senza lasciarla riposare, dividerla in 4 pezzi uguali e, per ognuno, seguire questo procedimento: con il mattarello, schiacciare il pezzetto e poi arrotolarlo su se stesso per ottenere un filoncino.
Schiacciare quest'ultimo con il mattarello per formare una stricia di 1-1,5 cm di spessore circa. Arrotolarla su se stessa e otterrete un panino simile a questo qui:



I passi per dar forma al panino si possono vedere in questo video.

Coprire con un canovaccio e lasciar riposare 45-50 minuti.

Accendere il forno a 175º C (la ricetta originale dice 180-200, ma per il mio forno è troppo).
Una volta caldo, bisogna preparare i caravanini (o mantovanine/barchette/...): con delicatezza, spostare i panini sulla piastra del forno, leggermente infarinata. Successivamente, con un coltello molto affilato o con una lametta, fare un taglio profondo al centro di ogni panino. Perché il caravanino venga bello, è meglio fare uno o due tagli rapidi, non di più (per vedere un esempio di come si fa, guardare questo video). Mettere i caravanini in forno, immediatamente dopo aver praticato i tagli.



Dopo 5 minuti dovrebbero iniziare ad aprirsi e dopo 20 potrete vedere la loro forma definitiva.
Cuocere per 40 minuti in tutto (attenzione ai tempi di cottura...ogni forno è diverso dall'altro e consiglio di dare un'occhiata al colorito del pane di tanto in tanto!).
Lasciar raffreddare su una griglia.

Se non si fa fuori tutto in un solo pasto, questo pane può durare un paio di giorni, ma quello che facciamo noi di solito, per comodità, è, una volta raffreddato, tagliarlo a fette e congelarlo.

Se provate la ricetta, fatemi sapere come va!! ;)