Visualizzazione post con etichetta gufi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta gufi. Mostra tutti i post

lunedì 11 novembre 2013

Gufo porta forbici













Arrivati a questo punto, ormai dovreste sapere quanto adoro i gufi =)
Quando ho visto questo piccoletto sul blog di Betz White, me ne sono innamorata subito...come no!
Potete comprare il kit per fare il gufo e altri due accessori per il cucito in questa pagina.

Dato che m'interessava solo l'animaletto, ho provato a replicare quello di Betz e, nel mentre, ho approfittato per farlo più cicciottello e meno allungato rispetto al suo. Inoltre, ho preferito cucire i pezzi a mano, con filza, perché mi piaceva di più del punto a macchina che fa lei.

Vi racconto come mi son fatta il cartamodello, sperando che le indicazioni vi siano utili, se un giorno ve lo vorrete fare anche voi ;)

Innanzi tutto, ho messo le mie forbicine su un foglio di carta. Ho usato i due anelli come riferimento per fare gli occhi. Una volta fatti, ho disegnato la base di quest'ultimi (quella bianca con le 4 puntine).



Sempre con le forbici sul foglio, ho deciso l'altezza della parte anteriore del gufo (che chiamerò "pancia"): ho lasciato 1 cm scarso di margine tra la fine delle forbici e la punta inferiore del corpo.
In quanto alla larghezza...non saprei, ho disegnato il corpo secondo i miei gusti, qui non ci sono regole speciali!!

Una volta fatta la pancia, l'ho disegnata di nuovo per fare la parte posteriore, maaa in questa ho aggiunto la forma della testa.

Siamo giunti agli ultimi pezzi: come prima cosa, ho fatto le ali, poi, secondo la loro dimensione, il becco e le zampette.


Un paio di appunti sulle cuciture: prima di tutto, ho cucito le pupille (i bottoni) agli occhi e, poi, questi alla parte bianca con le 4 puntine, che ho decorato con una filza.
Affinché non si vedesse la cucitura nel retro del gufo, il pezzo bianco con occhi e tutto l'ho attaccato al corpo con colla a caldo.
Dopodiché, ho cucito le ali alla parte anteriore del corpo e ho unito le due parti del gufo, lasciando aperto il lato superiore della pancia (per poter inserire e togliere le forbici). Per finire, ho attaccato il becco e le zampette con una punta di colla a caldo.

Spero che il mio racconto vi sia stato utile. Per qualsiasi dubbio o problema, lasciatemi un commento qui sotto!

Happy sewing ;)


venerdì 1 marzo 2013

Ghirlanda gufosa

Dato il considerevole numero di post che ho scritto sui gufi, penso che ormai sia chiaro l'amore che provo per questi uccelli...
Maaaa..., per dissipare eventuali dubbi, vi propongo un altro tutorial "gufoso".




















Qué se necesita
:
Cosa ci serve:

- Una ghirlanda di vimini di 26 cm circa
- Pezzettini di stoffa
- Feltro
- 2 m di nastro (secondo lo spessore della ghirlanda, magari vi basterebbe 1,5 m, ma non si sa mai...)
- Colla a caldo
- Fili degli stessi colori del vostro feltro
- Alcune pigne
- Filo da pesca fino




Procedimento:
  1. Scaricare i modelli dei gufi, cliccando qui.
  2. Ritagliare dal feltro tutti i pezzi, tranne la pancia (barriga), che ritaglierete dalla stoffa.
  3. Cucire la pupilla alla parte bianca dell'occhio.
  4. Alla parte anteriore del corpo applicare gli occhi e il becco, con 3-4 puntini che siano quasi invisibili; la pancia e le ali (quelle normali), con una filza (ossia, il punto più semplice).
  5. Unire la parte anteriore del corpo alla posteriore con punto festone. Per chi non fosse familiarizzato con questo tipo di punto, può guardare questo tutorial.
    OCCHIO: per il gufo volante, ricordate di inserire le ali mentre state unendo le due parti del corpo.
  6. Prima di chiudere il gufo, riempire con cotone. Ok, ora potete chiuderlo =)

  7. Infine, attaccare le zampette con un punto di colla a caldo.
  8. Avvolgere il nastro attorno alla ghirlanda e formare un fiocco.
  9. Collocare i gufi e le pigne come più vi piaccia e fissare il tutto con colla a caldo.
  10. Per il gufo volante: con un ago grossino, fate passare un pezzo di filo da pesca in un punto della schiena del gufo e legarne un'estremità alla ghirlanda.
Pronta da appendere!!


domenica 20 gennaio 2013

Gufi per un bebé


Ciao!
È tanto tempo che non parlo di gufi...non può essere! Bisogna rimediare...quindi oggi vi propongo un tutorial per fare una giostrina da culla, con gufi e note musicali.



Quando ho iniziato a disegnare i modelli, cercando idee in Internet ho trovato questo tipo di gufo: semplice, con occhi enoooormi e molto dolce. Quindi, matita alla mano, ho provato a riprodurlo...o almeno i dettagli che mi piacevano.

Con le note è stato più facile!!
Le ho disegnate come mi pareva, però più o meno della stessa dimensione del gufo.




Insomma, ecco il tutorial!


Per fare i gufi

  1. Scaricare e stampare i modelli, cliccando qui.
  2. Ritagliare i pezzi necessari fal feltro, come indicato nei modelli.
  3. Cucire le pupille alla parte bianca degli occhi e poi questi al muso.
  4. Decorare la pancia del gufo come più vi piaccia (per esempio, con bottoni, appliques di feltro, lettere o note ricamate, ecc.).
  5. Unire il corpo (parte posteriore) con il muso e la pancia, ricordando di inserire le ali quando giunga il momento. NON CUCIRE il muso alla pancia.
  6. Approfittando quest'apertura, inserire l'imbottitura. Quando vi sembra che il gufo sia sufficientemente ciccio, chiudere con un punto di colla a caldo.
  7. Con la stessa colla, applicare il becco e le zampette.


Per fare le note
  1. Scaricare e stampare i modelli, cliccando aquí.
  2. Ritagliare i pezzi necessari dal feltro, come indicato nei modelli.
  3. Unire i due lati delle note e imbottire con cotone; chiudere.
  4. Cucire un campanellino alla base di ogni nota (per fare la giostrina più divertente, potete mettere campanelli con suoni diversi).
Per appendere i vari pezzi, ho usato filo da pesca, annodato ad una ghirlanda di vimini. Finito...e pronto da attaccare sopra una culla!

Bon, credo di aver parlato di gufi sufficientemente...per il momento...;) ¡Hasta la próxima!



sabato 29 settembre 2012

Ancora gufi



So quello che state pensando...ancora animali??!!!! Beh, sí...come ho già detto, casa mia ne è attualmente infestata, ma non è premeditato, giuro...
La colpa è di Internet...ci sono troppe idee e tutorial troppo attraenti per ignorarli...so che qualcuno mi capirá =)

Parlando di tutorial, quello di questi gufi l'ho trovato in questa pagina (Blog di Moonstitches) quando ancora non avevo la macchina da cucire, così l'ho conservato al sicuro, finché non è arrivata la macchina...e anche la casa da decorare ;)

Ho cambiato solo un paio di cose, rispetto al tutorial originale:

  • Non ho usato tessuto fusibile (non ne vedevo la necessità).
  • Per il corpo dei gufi, invece della lana, ho usato della stoffa, perché mi sembrava troppo invernale e, invece, volevo una decorazione che potesse servire tutto l'anno.
  • Per finire, siccome non mi convincevano troppo le etichette con le lettere, ho preferito ricamarle con un punto indietro, direttamente sulla pancia dei gufi.

    Cliccando qui troverete un tutorial molto interessante, che spiega come trasferire le lettere da un foglio di carta alla stoffa, per poi ricamarle facilmente e senza paura di andare storti!



Spero che questo post vi sia stato utile! Ciao!

lunedì 30 luglio 2012

Gufi in sala da pranzo




L'anno scorso abbiamo cambiato casa e cercavo qualcosa per decorare e rendere più allegra una delle pareti della sala (che, povera, era molto triste e vuota). Finché un giorno, passeggiando nel bosco, ho trovato un ramo fantastico, dotato di pignette, e in quel momento mi è venuta l'idea =)
Poi, in Internet ho trovato questo modello di gufo, al quale mi sono ispirata: http://juicy-bits.typepad.com/juicy_bits/2009/12/131-give-a-hoot-for-the-holidays.html

E qui vi lascio alcune foto del ramo e il modello per l'ala del gufo volante (da stampare al 100% della risoluzione).



Per il baby gufo, mi son fatta fare una fotocopia ridotta del 25%.



E questo è il più socievole, che si muove quando c'è un pochino di corrente, mentre gli altri sono ben fissati e chieti sul ramo.