Visualizzazione post con etichetta pane. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta pane. Mostra tutti i post

lunedì 9 novembre 2015

Pane con farina di farro e semini




L'autunno è arrivato da un po', anche se qui a BCN il clima continua ad essere faaaantastico :). Cio nonostante, la voglia di accendere il forno c'è... ed ecco che inizia la ricerca di idee e ispirazioni con i colori e i profumi dell'autunno. A proposito, una delle pagine che ho avuto piacere di visitare è quella di Dalani, che presenta una selezione di ricettine autunnali sfiziose e interessanti, proposte da alcune food blogger.

Collegando la voglia di forno con le ispirazioni di Internet, col fatto che era passato tanto, troppo tempo dall'ultima volta che avevo fatto il pane e che avevo ancora un po' di farina di farro, avanzata dall'ultima ricetta di biscotti, la missione era ormai chiara...
Quiiindiiii ho aperto tutti gli armadi per vedere che altri ingredienti avessi in casa e via a impastare.

È risultato un pane buono buono e croccante, con farina integrale e i semini che avevo a disposizione: di lino, papavero e girasole.



Ingredienti:
350 g di farina integrale di farro
150 g di farina Manitoba
10 g di sale
25 g di lievito fresco
1 cucchiaio di miele
20 g di semi di girasole
2 cucchiaini di semi di papavero
1 cucchiaio di semi di lino dorato
200-250 g di acqua tiepida (30º C)


Preparazione:
Spezzettare il lievito in mezzo bicchiere d'acqua tiepida e mescolare, aggiungendo il cucchiaio di miele.
In una terrina, mescolare le farine, il sale, i semini e il composto acqua-lievito-miele.
Aggiungere poco alla volta acqua tiepida e impastare, fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico. Con le mie farine, ho versato 230 g di acqua circa; ma ogni farina ha la sua capacità di assorbimento, perciò è meglio aggiungere liquido poco alla volta.
Mettere l'impasto in una terrina infarinata, coprire con un panno umido e far riposare 45 minuti nel forno spento.

Impastare di nuovo e formare una palla. Metterla nella terrina, spennellarla con acqua e cospargere la superficie con altri semini (quelli che preferite). Coprire e lasciar riposare un'ora nel forno spento.
Trascorso questo tempo, togliere la terrina e accendere il forno a 200º C (la temperatura è indicativa, come sempre... dipende dal vostro forno).

Appena il forno raggiunge la temperatura, con molta delicatezza, trasferire l'impasto alla placca del forno infarinata e cuocere per 35-45 minuti. Controllare ogni tanto il colorito del pane ;)

Buen provecho.
















domenica 19 gennaio 2014

Pane di pasta dura



Non so voi, ma a casa nostra spesso rimaniamo senza pane...e molte volte ce ne rendiamo conto di sera, o di domenica, quando ormai è già tutto chiuso...che disastri. Tuttavia c'è un aspetto positivo: si possono provare ricette nuove, come quella che andrò a condividere oggi ;)

Con questa ricetta a base di pasta dura si può fare un pane molto buono, in modo semplice e rapido, con un solo ciclo di lievitazione. Strano? Sí, ma vero. Ho provato la ricetta varie volte e ha sempre dato ottimi risultati.
Insomma, ve la consiglio!
Potete trovare la versione originale nel blog di "Viva la focaccia" (uno dei miei preferiti in quanto a pane e pizza).



Ingredienti (per 4 panini da 200 g ciascuno):
300 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di sale
30 g di olio evo
550 g di farina 0
1 cubo di lievito di birra fresco (25 g)

Procedimento:
Sciogliere il sale nell'acqua, aggiungere l'olio e metà della farina e mescolare con l'aiuto delle fruste elettriche a gancio (se non le avete, armatevi di spatola rigida e un pochino di pazienza). Aggiungere il lievito sbriciolato e, poco alla volta, il resto della farina. Impastare con le mani per, almeno, 20-25 minuti.
Se avete un'impastatrice, saranno 15 minuti.
È molto importante impastare fino ad ottenere una palla liscia e molto uniforme, senza grumi o crepe. Quando finalmente avrete qualcosa di questo tipo tra le mani, significa che la vostra pasta è raffinata. Evviva!

Senza lasciarla riposare, dividerla in 4 pezzi uguali e, per ognuno, seguire questo procedimento: con il mattarello, schiacciare il pezzetto e poi arrotolarlo su se stesso per ottenere un filoncino.
Schiacciare quest'ultimo con il mattarello per formare una stricia di 1-1,5 cm di spessore circa. Arrotolarla su se stessa e otterrete un panino simile a questo qui:



I passi per dar forma al panino si possono vedere in questo video.

Coprire con un canovaccio e lasciar riposare 45-50 minuti.

Accendere il forno a 175º C (la ricetta originale dice 180-200, ma per il mio forno è troppo).
Una volta caldo, bisogna preparare i caravanini (o mantovanine/barchette/...): con delicatezza, spostare i panini sulla piastra del forno, leggermente infarinata. Successivamente, con un coltello molto affilato o con una lametta, fare un taglio profondo al centro di ogni panino. Perché il caravanino venga bello, è meglio fare uno o due tagli rapidi, non di più (per vedere un esempio di come si fa, guardare questo video). Mettere i caravanini in forno, immediatamente dopo aver praticato i tagli.



Dopo 5 minuti dovrebbero iniziare ad aprirsi e dopo 20 potrete vedere la loro forma definitiva.
Cuocere per 40 minuti in tutto (attenzione ai tempi di cottura...ogni forno è diverso dall'altro e consiglio di dare un'occhiata al colorito del pane di tanto in tanto!).
Lasciar raffreddare su una griglia.

Se non si fa fuori tutto in un solo pasto, questo pane può durare un paio di giorni, ma quello che facciamo noi di solito, per comodità, è, una volta raffreddato, tagliarlo a fette e congelarlo.

Se provate la ricetta, fatemi sapere come va!! ;)


domenica 21 aprile 2013

Taralli






Ieri ho provato una nuova ricetta, questa volta per fare i taralli.
Che posso dire...in due ci siamo fatti fuori quasi una placca intera...mi pare abbiano avuto successo ;)
La ricetta è di un'amica di mia mamma e aveva le dosi in "bicchieri; per comodità, ho pesato tutti gli ingredienti ed...eccoli qui:

Ingredienti:
170 g di vino bianco (meglio se frizzante)
100 g di olio di oliva
380 g di farina
3 g di sale (ne ho messi 2 e si notava che ne mancava un altro pochino)



Procedimento:
Accendere il forno a 170º C. Mescolare tutti gli ingredienti e impastare con le mani fino ad ottenere un'impasto liscio. Formare dei filoncini fini di 10 cm circa e incrociare le estremità. Distribuire i taralli sulla placca, coperta da carta forno. Infornare per 20 minuti.
I taralli devono rimanere bianchi quindi, se il vostro forno è a gas, mettere la placca nella parte alta; se è elettrico, in basso.
Buon appetito!



lunedì 1 aprile 2013

Crackers fatti in casa








Siamo appena tornati dalle vacanze e, oltre al frigo, anche la nostra povera dispensa è abbastanza vuota...oggi è festa, quindi dobbiamo arrangiarci con quello che abbiamo! Maaa, certo non può mancare un po' di pane.

Questa è una ricetta molto facile, con la quale otterrete crackers croccanti in una mezz'ora circa. La ricetta originale è questa, è in inglese e con le dosi in tazze; l'ho tradotta in grammi, con i quali ho più familiarità.

Ingredienti:
260 g di farina
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito istantaneo (io ho usato quello bertolini per pizze e torte salate)
155 g di acqua
70 g de olio di oliva
1 uovo sbattuto leggermente + 2 cucchiai d'acqua (o, in alternativa, un po' d'olio)
erbe o semini (rosmarino, sale grosso, sesamo, ecc.)

Procedimento:
Accendere il forno a 200 ºC. In una terrina, mescolare la farina con il sale e il lievito. Aggiungere l'olio e l'acqua e impastare, fino ad ottenere un composto omogeneo (morbido e un po' appiccicoso).

Non ha bisogno di riposare, quindi il passo successivo sarà dividerlo in due pezzi e stendere ciascuno su un foglio di carta da forno. Se vi si attacca al mattarello, aiutatevi con un pochino di farina. E se il foglio non smette di muoversi, potete passare uno straccio umido sulla superficie di lavoro e appoggiarvi il foglio sopra.
Stendere la pasta finemente e trasferire il foglio di carta sulla placca del forno.



Spennellare con la miscela di uovo e acqua (o, se preferite, con un po' d'olio...vengono buonissimi lo stesso) e distribuire la guarnizione scelta. A me piace mettere rosmarino e sale grosso, ma anche con sesamo o semi di papavero i crackers vengono molto buoni. Beh, la questione è sperimentare con le spezie e le erbe che avete!

Con un taglia pizza, tagliare la pasta stesa in quadrati. Infornare per 10-15 minuti, finché non diventano croccanti e dorati. Come sempre, la temperatura è indicativa, attenzione (almeno la prima volta che li fate) che non prendano un tono marrone.
Lasciar raffreddare...o no ;)

PS: se non li divorate tutti in un giorno, si possono conservare in una scatola di latta o congelare in buste di plastica.



domenica 24 marzo 2013

Spighe di pane





Finalmente ho trovato una ricetta per fare un pane che profuma di pane, croccante, che non sa da lievito e, in più, proprio bellino!

Il procedimento per fare questo pane è un po' lungo, bisogna aver pazienza e più o meno 4-5 ore libere, ma la difficoltà è molto bassa e vi consiglio di provare questa ricetta, perché ne vale la pena!
L'originale la trovate qui.



Ingredienti:
500 g di farina 0 o 1, che abbia buona assorbenza
320-350 g di acqua
4 g di lievito di birra fresco
10 g di sale

Procedimento:
In una terrina, mettere la farina, versare 320 g di acqua e mescolare con le fruste elettriche a gancio per 3-4 minuti. Impasto permettendo, aggiungere più acqua, fino ad ottenere una consistenza abbastanza morbida (deve attaccarsi alle dita, ma non deve neanche essere semi-liquida...).
Impastare (con i ganci) per altri 5 minuti e poi lasciare l'impasto nella terrina, coprire con un canovaccio e lasciar riposare 30 minuti: questo procedimento si chiama "autolisi".

Trascorsa mezz'ora, aggiungere il lievito e il sale. Versare il tutto sul piano di lavoro e impastare con le mani, portando ad incordatura: per coloro che in questo momento si stiano chiedendo "incor-cheee???", vedere questo video che spiega benissimo come realizzare questo tipo di impasto (è in spagnolo, ma basta imitare ciò che fa la ragazza).
Fatta l'incordatura, mettere l'impasto in una terrina (senza averla oleata) e lasciare riposare un'ora, o finché non duplica il volume, al calduccio e lontano da correnti d'aria (il forno precedentemente riscaldato per un minuto a 50º C va benissimo...ma ricordatevi di spegnerlo quando ci mettete dentro la palla hehe).

Dividere l'impasto in 3 pezzi di ugual peso. Schiacciare un pochino ogni pezzo con le dita per formare un quadrato, tirare da un lato e piegare verso il centro; ripetere altre 2 volte...meglio se guardate i primi 20 secondi di questo video...vi sembrerà tutto più chiaro =)
Coprire i 3 pezzi con un canovaccio e una busta di plastica sopra. Lasciar riposare 15 minuti.

Seguire le istruzioni del video precedente per formare delle baguette di 30-40 cm circa.
Infarinare bene un canovaccio pulito (se potete, fatelo con farina di riso, perché questa, a differenza della farina di grano, rimane bianca durante la cottura).
Adagiare le baguette sul canovaccio, usando quest'ultimo per separarle. Coprire con un altro canovaccio e una busta di plastica. Lasciar riposare finché non duplicano il loro volume.



Poi, prendere un cartoncino resistente (o un tagliere sufficientemente grande) e, aiutandovi con il canovaccio, far rotolare una baguette sul cartoncino, per poi trasferirla sulla placca del forno, con TANTO AMORE, facendo attenzione a non schiacciarla. Ripetere con le altre 3 baguette.

Infarinare i 3 pezzi (come ho detto prima, meglio se con farina di riso). Prendere delle forbici, posizionarle a 45º rispetto a una baguette e fare un taglio a V; spostare il chicco ottenuto a un lato. Procedere, facendo un altro taglio 8 cm circa più giù e muovere il chicco al lato opposto rispetto al primo.

Se avete dubbi, cliccando qui troverete altre foto che spiegano questo procedimento. Ripetere per tutta la lunghezza della baguette.

Accendere il forno a 220º C (la ricetta originale dice 250º C, ma per il mio forno è troppo) e mettere sul fondo un bicchiere con due dita d'acqua. Spruzzare dell'acqua sulle pareti del forno e cuocere le spighe per 15-20 minuti. Lasciar raffreddare su una griglia e, finalmente, mangiare!!



martedì 26 febbraio 2013

Pinza

...Più conosciuta come "focaccia".
























Immaginate questa situazione:

Domenica mattina...si avvicina l'ora del pranzo e scoprite che non avete più pane. Nnnooo!
Tutti i nogozi sono chiusi e/o siamo in inverno e non avete nessunissima voglia di uscire a cercare qualche panificio aperto che, chissà, potrebbe essere all'altro capo della città...

Beh, vi propongo una soluzione facile, rapida e deliziosa...non potrete resisterle, hehehe...


Ingredienti
:

300 g di farina
1 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di olio
1 cucchiaino di sale
1/2 cubo de lievito di birra fresco o 1/2 bustina di lievito secco
rosmarino e sale grosso


Procedimento:
Se il lievito è fresco, scioglierlo nel latte tiepido.
Mescolare la farina con il sale. Aggiungere il latte, l'olio e impastare con le mani per alcuni minuti.

Se il lievito è secco, prepararlo secondo le istruzioni della bustina (di solito, in un bicchiere con un dito d'acqua e poco zucchero) e aggiungerlo all'impasto dopo il sale.

Aggiungere il rosmarino e stendere l'impasto con le mani in una teglia rettangolare (non c'è bisogno di olearla).
Coprire con un canovaccio umido e lasciar riposare un'ora, o finché non raddoppia il volume.

Togliere il canovaccio e affondare due dita nell'impasto, formando "file" su tutta la superficie (dalle foto si capisce di più!).
Spargere sale grosso sulla pinza e informare a 180º C per 25-30 minuti.

Fatto, pranzo salvato ;)


martedì 6 novembre 2012

Morbidi bocconcini di pretzel



Ciao,

Quando sono stata a Monaco (Baviera), ho mangiato un pane buonissimo, chiamato pretzel (detto anche brezel, pretzl, breze o brezn)...madre mía, una delizia...insomma, appena ho visto questa ricetta di soft pretzel bites (cioè, morbidi bocconcini di pretzel) non ho potuto resistere e mi son messa a cucinare! Il risultato è stato moooolto soddisfacente, un 10 per la ricetta.

Per metterla in pratica, ho cambiato le dosi da tazze e cucchiai a litri e grammi, per maggiore comodità. Approfitto l'occasione e traduco il anche il testo!!

Ingredienti:

Impasto:
360 ml di acqua tiepida
7 g di miele
1 cubo di lievito fresco o una bustina di lievito secco

360 g di farina normale
360 g di farina di forza (per pane)
10 g di sale
90 g di burro sciolto

Soluzione di bicarbonato di sodio:
1.200 ml di acqua
80 ml di bicarbonato (sí, misurarlo nel bicchieie dosificatore dei liquidi).

Perché le palline prendano colore:
1 tuorlo
10-12 ml d'acqua (cioè, un cucchiaio)

Altre cose:
sale grosso, olio


Preparazione:

L'impasto:
Versare i 360 ml d'acqua tiepida in una terrina, con il miele e il lievito (l'acqua non dev'essere molto calda, per evitare che uccida il povero lievito). Se si usa il lievito secco, lasciar riposare 5 minuti.
Aggiungere le farine, il burro sciolto e il sale; impastare con le mani.
Se si attacca molto alle dita, aggiungere pochissima farina. Lavorare per 5 minuti, o finché non otterrete una palla bella ed elastica.

Ungere una terrina grande con un po' d'olio e inserirvi la palla. Coprire con cellophane e lasciar riposare un'ora.

Accendere il forno a 210º C.

Procedimento per fare i bites:
Rovesciare l'impasto su di una superficie pulita, SENZA AGGIUNGERE ALTRA FARINA. Tagliarlo in 6-8 pezzi e, con i palmi delle mani, farli rotolare formando dei cilindri di 3 cm di diametro circa (vedi foto qui).
Con un taglia pizza o un coltello tagliare i cilindri in piccoli pezzetti.

Dopo:
Mescolare il tuorlo con l'acqua e metterlo da parte. Tenere a portata di mano: pennello, schiumina, sale grosso, forbici da cucina e carta da forno.

È il momento del bicarbonato! No, non saltate questo passo, è necessario per ottenere un buon risultato.
Versare l'acqua (1.200 ml) in una pentola e, quando inizia a bollire, aggiungere il bicarbonato.
Buttare 5 pezzettini d'impasto e lasciar cuocere 30 secondi. Togliere i pezzi con la schiumina e depositarli su un foglio di carta forno. Continuare con il resto dei pezzettini.

Al forno:
Spennellare i bites con la miscela di tuorlo e acqua, spolverare con sale e, con le forbici, tagliare un + in ognuno dei pezzettini. Trasferirli in una placca con un foglio di carta forno pulito. Cuocere per 10 minuti, o finché non prendono un bel colorito marron-dorato.

Una volta pronti e tolti dal forno, resistere alla tentazione di farvi fuori la placca intera subito e lasciare che si raffreddino su una griglia per alcuni minuti.

Guten Appetit!!