domenica 26 maggio 2013

Pasta con zucchine e crema di brie


Buon pomeriggio,

La settimana scorsa mi era venuta voglia di sperimentare un nuovo sugo e il risultato è stato: farfalle con zucchine, pancetta e crema di brie (avrei usato speck, ma non ne avevo, grrr...). Suona bene ehh...



Ecco qui la ricetta:

Ingredienti (per 2 persone):
160-170 g di pasta (dipende dalla fame, hehe)
1/2 scalogno o 1/2 cipolla piccola
80 g di brie
30 g di pancetta affumicata o speck, in fette da 1/2 cm circa
1 zucchina piccola
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiai di latte
sale, pepe

Preparazione:
Mettere sul fuoco una pentola d'acqua per la pasta.
Preparare gli ingredienti: tritare lo scalogno, tagliare la zucchina in rotelline finissime, la pancetta in rettangolini e il brie (senza crosta) in cubi.

In una padella, far soffriggere lo scalogno uno o due minuti e poi aggiungere la zucchina; mettere il coperchio e lasciar cuocere 8 minuti (se si secca troppo, versare un pochino d'acqua). Aggiungere la pancetta e cuocere altri 5 minuti. Salare, pepare e mettere da parte.
Salare l'acqua e buttare la pasta. In un'altra padella, scaldare il brie a fuoco basso, aggiungere il latte e mescolare finché non si sarà fuso e avrà creato una densa e profumata cremina.
Scolare la pasta un minuto prima e farla saltare nella padella con la zucchina. Aggiungere la crema di brie e servire. Se si vuole, grattare un po' di parmigiano...ci sta benissimo!

Buon appetito!


lunedì 20 maggio 2013

Torta di Santiago




Ciao,

Buf, che giornata...nuvole, pioggia...uno sprazzino di sole...e di nuovo pioggia, nuvole... insomma, bisognerà combattere il mal tempo con lavoretti e una buona torta, ovvio!

Ecco qui una ricetta molto facile e veloce per fare la delicata torta di Santiago, dolce tradizionale galiziano, a base di mandorle. Quando anni fa ho cercato la ricetta, ho trovato versioni molto diverse... non so se questa sia l'originale, ma a me piace tantissimo, perché la torta resta morbida e umida dentro e per niente secca.
Se avete mangiato qualche volta la "tenerina", diciamo che fa lo stesso effetto...in bianco però!!



Ingredienti:
200 g di mandorle tritate finemente
200 g di zucchero
4 uova
scorza grattugiata di 1/2 limone (facoltativo)

Preparazione:
Accendere il forno a 170º C. Sbattere bene le uova con lo zucchero, finché non duplicano il loro volume. Aggiungere, mescolando con dolcezza, le mandorle macinate e, se si vuole, la buccia grattugiata di 1/2 limone (la torta viene buonissima anche senza). Versare il composto in uno stampo da 26-28 cm, foderato con carta forno. Cuocere per 20-25 minuti.

Attenzione: a seconda del forno, potrebbe essere necessario abbassare la temperatura a 160º C. Per scrupolo, consiglio di controllare il colore della torta ogni tanto!! Verificare la temperatura è importante anche perché, se è troppo alta, può provocare che lo strato superiore della torta si cucini troppo rapidamente e che, una volta raffreddato il dolce, si crei qualche grinzetta in superficie. 

Una volta raffreddata completamente, appoggiarvi sopra la croce di cartone e cospargere di zucchero a velo. Togliere la sagoma, ammirare per qualche secondo e mangiaaaree.
Se volete, potete scaricare e stampare la croce cliccando qui.



Buon appetito!

venerdì 10 maggio 2013

Casetta di feltro


Ciao!

Finalmente inizia a far caldo, c'è un bel sole, i fiori sono sbocciati...perciò mi sono ricordata di questo lavoretto "primaverile", che tempo fa ho fatto per mia mamma: una casina di feltro, circondata da fiori dai mille colori, incorniciata e pronta da appendere e per dare un tocco di allegria alla stanza!



In questa pagina troverete il tutorial e i cartamodelli scaricabili.

Rispetto al quadro originale, ho cambiato i colori (odio il "rosa hello kitty") e non ho decorato la casa esattamente come l'autrice del tutorial, perché le righe orizzontali non mi convincevano; per il resto, ho seguito le istruzioni passo passo. È stato un lavoro molto molto divertente; ve lo consiglio! ;)

Inoltre, usando gli stessi "ingredienti" (telaio, stoffa di un colore neutro e feltro) e un po' di fantasia, credo che si possano fare quadri molto carini, con gufi, gatti, persone, fiori in rilievo, lettere, ecc.



Insomma, spero che l'idea vi sia piaciuta e che vi abbia ispirato per qualche regalo o per la decorazione della vostra casa ;)

Ciao!

domenica 21 aprile 2013

Taralli






Ieri ho provato una nuova ricetta, questa volta per fare i taralli.
Che posso dire...in due ci siamo fatti fuori quasi una placca intera...mi pare abbiano avuto successo ;)
La ricetta è di un'amica di mia mamma e aveva le dosi in "bicchieri; per comodità, ho pesato tutti gli ingredienti ed...eccoli qui:

Ingredienti:
170 g di vino bianco (meglio se frizzante)
100 g di olio di oliva
380 g di farina
3 g di sale (ne ho messi 2 e si notava che ne mancava un altro pochino)



Procedimento:
Accendere il forno a 170º C. Mescolare tutti gli ingredienti e impastare con le mani fino ad ottenere un'impasto liscio. Formare dei filoncini fini di 10 cm circa e incrociare le estremità. Distribuire i taralli sulla placca, coperta da carta forno. Infornare per 20 minuti.
I taralli devono rimanere bianchi quindi, se il vostro forno è a gas, mettere la placca nella parte alta; se è elettrico, in basso.
Buon appetito!



martedì 9 aprile 2013

Involtini di pollo




Salve,

Non so se avete già cenato, comunque qui sotto vi lascio una ricetta per fare degli involtini di pollo, ripieni di spinaci, speck e brie. Spero di arrivare in tempo!! Beh dai, sennò, per un altro giorno.


Ingredienti (per 4 involtini):
4 fette di petto di pollo
alcune fettine di speck (in alternativa, ci sta bene anche la pancetta)
80-90 g circa di spinaci bolliti
alcune fettine di brie
sale, pepe, olio
vino bianco
ariosto (spezie per carne)

Procedimento:
Accendere il forno a 200º C.
Spennellare un lato delle fettine con olio e un po' di ariosto. Girare il pollo e adagiare su ogni pezzo una fetta o due di speck, spinaci e due o tre fettine di brie.
Condire con sale e pepe e arrotolare le fette, senza legarle. Dare un'altra macinata di sale e pepe e mettere i rotolini in una pirofila, con un goccio di vino bianco (1/4 di bicchiere circa). Infornare per 10 minuti.
Noterete il profumo invitante che uscirà dal forno e vedrete il brie che, poco a poco, si scioglie e vorrebbe scappare dal rotolo...perfetto per la scarpetta =)
Enceder el horno a 200º C.

Buon appetito!



domenica 7 aprile 2013

Sugo ai broccoli

Questa settimana ho accumulato una discreta quantità di verdura in frigo...quindii, oggi tocca cucinare!
Inoltre, non c'è più pane...aaahhhh, sacrilegio...allora ho approfittato per provare una nuova ricetta...ma questa è un'altra storia!

Tra la verdura accumulata, avevo un broccolo, che è una gran fonte di vitamine e antiossidanti. Forse ad alcuni bimbi (e anche adulti...) non fa molta voglia mangiarlo, ma è un alimento molto importante, quindi dobbiamo fare qualcosa per renderlo più appetitoso.




Questa è una ricettina mooolto facile, per fare un delizioso e leggero sugo ai broccoli...per bimbi e adulti schizzinosi e non.

Ingredienti:
1 broccolo
2 spicchi d'aglio
olio, sale e pepe
6 acciughe (facoltativo)

Procedimento:

Premessa: io uso la pentola a pressione per cuocere i broccoli, ma si può fare anche con una pentola normale, aumentando un pochino i tempi di cottura (finché i broccoli non siano tenerissimi).

Con delle forbici, tagliare le cimette del broccolo e lavarle. Lavare anche il gambo e poi tagliarlo in pezzettini. Mettere il tutto nel cestello della pentola a pressione, riempire d'acqua fino a coprire i broccoli e chiudere; cuocere 3 minuti dal fischio.

Scolare i broccoli e farli saltare in una padella per 2-3 minuti, con un paio di cucchiai di olio, 2 spicchi d'aglio interi e pelati e, sé si vuole, le acciughe a pezzetti (ci stanno proprio bene).

Togliere l'aglio, mettere i broccoli nel bicchiere del minipimer e triturare, fino ad ottenere una cremina densa, senza quei malvagi ed orribili pezzi di verdura... =)

Condire con sale e pepe e il sugo è pronto. Se vi piace il formaggio, vi consiglio di mescolare il sugo con la pasta e poi aggiungere una buona grattugiata di parmigiano...gnam.


lunedì 1 aprile 2013

Crackers fatti in casa








Siamo appena tornati dalle vacanze e, oltre al frigo, anche la nostra povera dispensa è abbastanza vuota...oggi è festa, quindi dobbiamo arrangiarci con quello che abbiamo! Maaa, certo non può mancare un po' di pane.

Questa è una ricetta molto facile, con la quale otterrete crackers croccanti in una mezz'ora circa. La ricetta originale è questa, è in inglese e con le dosi in tazze; l'ho tradotta in grammi, con i quali ho più familiarità.

Ingredienti:
260 g di farina
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito istantaneo (io ho usato quello bertolini per pizze e torte salate)
155 g di acqua
70 g de olio di oliva
1 uovo sbattuto leggermente + 2 cucchiai d'acqua (o, in alternativa, un po' d'olio)
erbe o semini (rosmarino, sale grosso, sesamo, ecc.)

Procedimento:
Accendere il forno a 200 ºC. In una terrina, mescolare la farina con il sale e il lievito. Aggiungere l'olio e l'acqua e impastare, fino ad ottenere un composto omogeneo (morbido e un po' appiccicoso).

Non ha bisogno di riposare, quindi il passo successivo sarà dividerlo in due pezzi e stendere ciascuno su un foglio di carta da forno. Se vi si attacca al mattarello, aiutatevi con un pochino di farina. E se il foglio non smette di muoversi, potete passare uno straccio umido sulla superficie di lavoro e appoggiarvi il foglio sopra.
Stendere la pasta finemente e trasferire il foglio di carta sulla placca del forno.



Spennellare con la miscela di uovo e acqua (o, se preferite, con un po' d'olio...vengono buonissimi lo stesso) e distribuire la guarnizione scelta. A me piace mettere rosmarino e sale grosso, ma anche con sesamo o semi di papavero i crackers vengono molto buoni. Beh, la questione è sperimentare con le spezie e le erbe che avete!

Con un taglia pizza, tagliare la pasta stesa in quadrati. Infornare per 10-15 minuti, finché non diventano croccanti e dorati. Come sempre, la temperatura è indicativa, attenzione (almeno la prima volta che li fate) che non prendano un tono marrone.
Lasciar raffreddare...o no ;)

PS: se non li divorate tutti in un giorno, si possono conservare in una scatola di latta o congelare in buste di plastica.